Salute e benessere / Salute

Commenta Stampa

I teenager distratti da facebook sulle contraccezioni

Falsi miti sul web, sesso reale a rischio


Falsi miti sul web, sesso reale a rischio
16/12/2010, 13:12

La Società italiana di ginecologia e ostetricia rivela che il sesso virtuale provoca rischi per quello reale e cioè una minore attenzione verso la contraccezione. E su Facebook che nascono le concezioni sbagliate sui contraccettivi e il sesso. Ne conseguono rischi come il contrarre malattie sessuali e gravidanze indesiderate.
A Roma nel corso del Convegno nazionale promosso dalla Sigo, sono stati resi noti alcuni dati di Save the Children. Il 14% dei teenager per avere dal proprio partner regali come ricompense in denaro o ricariche telefoniche inviano proprie foto di nudo. Si tratta per il 22% dei casi di rapporti intimi con qualcuno conosciuto solo sul web e del 40% di immagini e video di argomento sessuale.
I falsi miti di contraccezione nascerebbero, secondo un'indagine pubblicata sul Journal of Adolescent Health, da Facebook e Co. Tra le idee sbagliate che circolano infatti sui social network è l'impossibilità di rimanere incinta durante il primo rapporto sessuale. Il 17,2 % dei teenager trascorre sul web più di tre ore al giorno e i ragazzi che hanno un profilo su facebook in Italia sono 7 su 10.

Commenta Stampa
di Claudia Peruggini
Riproduzione riservata ©