Salute e benessere / Salute

Commenta Stampa

Le dichiarazioni di Diouf

Fao: occorrono soluzioni globali e locali


Fao: occorrono soluzioni globali e locali
11/10/2010, 22:10

Il Comitato sulla Sicurezza alimentare (Csa) da oggi riunito alla Fao, ha intrapreso un importante processo di riforma ed e' diventato la piattaforma intergovernativa piu' onnicomprensiva a livello internazionale, dal 2009 ad oggi, che coinvolge tutti gli attori lavorano per assicurare la sicurezza alimentare. "I problemi globali richiedono soluzioni sia globali sia locali", ha esordito ad apertura lavori il direttore generale della Fao, Jacques Diouf, "questo rinnovato organismo costituisce la piattaforma necessaria per discutere complessi problemi globali e raggiungere un accordo sulle soluzioni".
"Questa settimana vede il lancio di un impegno coordinato strategicamente a livello globale che capitalizzera' i punti forza di ciascun attore coinvolto nella lotta contro la fame nel mondo", ha dichiarato la direttrice esecutiva del Pam, Josette Sheeran.
"Con la recente volatilita' registrata dai prezzi delle derrate, e l'aumentata domanda mondiale di alimenti, un organismo come questo non poteva arrivare in un momento migliore".
Per Sheeran il nuovo Csa "ha l'opportunita' e la responsabilita' di unire i paesi affinche' rispondano in modo piu' efficace e coerente per fornire la necessaria assistenza umanitaria, dopo disastri, e costruire la sicurezza alimentare nel lungo periodo".
Anche l'Ifad ha partecipato al processo di riforma della Csa e continuera' ad assicurare il proprio impegno in questo organismo rinnovato. "Stiamo lavorando con la Fao e il Pam nel Segretariato congiunto e nel Gruppo consultivo", ha concluso la direttrice esecutiva dell'agenzia Onu, "perche' investire nei piccoli contadini, migliorare il loro accesso alla terra, alla tecnologia piu' appropriata, ai servizi finanziari e al mercato e rispondere alle loro esigenze rappresenta il modo piu' efficace per generare un ampio movimento per sconfiggere poverta' e fame".

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©