Cyber, scienza e gossip / Ambiente

Commenta Stampa

Bilancio amaro tra accecamenti e investimenti

Ferragosto nero per i cani e i gatti napoletani


Ferragosto nero per i cani e i gatti napoletani
19/08/2011, 12:08

NAPOLI - E' stato un Ferragosto di sangue per cani e gatti della Campania - denunciano il commissario regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli e la presidentessa dell' associazione femminile animalista Le Amiche di Lu' Aldoina Filangieri - ed in particolare per quelli di Napoli e provincia. Nel periodo centrale dei agosto infatti ci sono stati oltre 40 casi di violenza o abbandono sul nostro territorio da noi registrati. Tra questi alcuni casi clamorosi come quello di un pastore tedesco investito a Pozzuoli e soccorso da alcuni passanti. Quando il padrone è stato rintracciato e ha scoperto in che condizioni si trovava il suo cane non l' ha rivoluto indietro e adesso se non si trova una persona che lo adotti corre il rischio di essere soppresso".
"Una famigliola di gattini neonati a Torre del Greco - continuano Borrelli e Filangieri - invece è stata abbandonata sotto una macchina dopo essere stata accecata. Un bassotto nella periferia napoletana stava invece morendo di sete e fame perché i suoi padroni che erano partiti per le vacanze l' avevano lasciato solo a casa senza cibo e acqua a sufficienza".
"Un delirio che non ha giustificazioni - concludono Verdi e animalisti - e che fa avere alla provincia di Napoli la maglia nera per gli abbandoni dei nostri amici a 4 zampe. Piena solidarietà al bambino di 6 anni aggredito a Boscoreale da un pastore tedesco ma questo singolo e spiacevole episodio non giustifica l' atteggiamento disumano che la popolazione napoletana sta assumendo da anni contro i propri animali".

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©