Cyber, scienza e gossip / Motori

Commenta Stampa

Fiat al Motor Show di Bologna 2010


Fiat al Motor Show di Bologna 2010
29/11/2010, 16:11

Fiat ritorna al Motor Show di Bologna con uno stand di forte impatto scenografico dove importanti anteprime mondiali e modelli già affermati si alternano per sottolineare l’unicità del brand nel panorama automobilistico internazionale.
L’area espositiva si sviluppa lungo il concept “il mondo che vorrei” visto con gli occhi dei bambini. Perché un brand proiettato nel futuro non può che “ascoltare” i più piccoli, coloro che un giorno il mondo lo faranno grande. Sono proprio loro a “disegnare” questo stand dando sfogo a tutta la loro fantasia e voglia di un futuro sempre più attento al rispetto ambientale. Nasce così un luogo leggero e felice, dove le case poggiano su nuvole e un arcobaleno accoglie i visitatori guidandoli all’interno del mondo Fiat. Dunque, fra le case e le nuvole di questa città sognata dai bambini trovano posto le ultime novità automobilistiche, vetture che fanno un altro passo verso la mobilità sostenibile.
L’ospite d’onore dello stand è un gioiello della tecnologia sviluppata da Fiat Powertrain Technologies: il motore bicilindrico TwinAir da 85 CV. Capostipite di una nuova famiglia di propulsori bicilindrici di FPT - Fiat Powertrain Tecnologies, il propulsore impiega il rivoluzionario sistema MultiAir abbinato ad una fluidodinamica specifica ed ottimizzata per il massimo rendimento di combustione. Inoltre, frutto dell’estremizzazione del concetto di “downsizing” e di una sapiente messa a punto della meccanica di base, la nuova famiglia – con prestazioni comprese tra i 65 e i 105 CV – assicura fino al 30% in meno di emissioni di CO2 rispetto ad un motore di pari prestazioni. Dunque, si tratta di una novità assoluta nello scenario motoristico mondiale che conferma la leadership del Gruppo Fiat in questo campo.
Il pubblico potrà ammirare il bicilindrico TwinAir da 85 CV sia su alcune girandole colorate – a sottolineare il legame fra un motore compatto, tecnologico, performante e una vivace leggerezza – sia a bordo delle 4 versioni di Fiat 500 esposte a Bologna, tutte dotate di sistema Start&Stop di serie. Ecco allora sfilare sulla passerella una nuovissima versione bicolore bianca e rossa. Attingendo in maniera molto discreta e selettiva da ambiti a lei molto affini, come il suo passato, il mondo retrò delle macchine americane anni 50 e lo straordinario contenitore dell’arte Pop, 500 presenta un’inedita combinazione bicolore.
La versione bianca e rossa è la prima di una serie di bicolore che si susseguiranno nei prossimi mesi. Questo nuovo e inedito vestito di 500, che segue le fortunate edizioni Pink, Matt Black e Orange, conferma la strategia del modello di usare il colore come linguaggio universale per esprimere emozioni e personalità. Il colore massima espressione di uno stato d’animo amplifica in questo modo le diverse anime di 500. In particolare la scelta del bianco e rosso, con interni bianchi e rossi, si rivolge all’anima Pop di 500 e avrà dei contenuti estetici come i cerchi in lega, gli specchietti elettrici colorati e il kit cromo. Invece, le prossime combinazioni bicolore celebreranno l’anima più ecologia e più sportiva della vettura Fiat.
Del resto, da sempre per il modello 500 il colore è non solo una questione estetica, ma è parte integrante di una filosofia di prodotto che ha tra i suoi elementi costitutivi personalità, stile e la massima possibilità di personalizzazione. Dunque, la nuova versione bicolore esprime esteriormente tutto il fascino di un modello che fin dal lancio ha dimostrato di non essere semplicemente una super-compatta di segmento city car, ma una vera e propria “piattaforma” sulla quale Fiat Automobiles sta creando un’intera famiglia di vetture con tecnologia e cura del dettaglio da categoria superiore. Non a caso Fiat 500 ha introdotto numerose novità e conquistato importanti record nel suo segmento. Anche le novità di prodotto si sono susseguite ad un ritmo incessante: 500 by Diesel (settembre 2008), 500 Pink (giugno 2009), 500C (luglio 2009), 500C by Diesel (giugno 2010), 500 TwinAir (luglio 2010), 500 Matt Black e 500 Orange (settembre 2010): quest’ultima ha riscosso un grandissimo successo sul mercato giapponese. E ora è la volta dell’esclusiva versione bicolore.
Riflettori puntati anche su altri due esemplari di Fiat 500: una Lounge e una 500C by Diesel, frutto del lavoro dei team creativi di Fiat e della griffe italiana famosa in tutto il mondo. Tra le protagoniste dell’area anche l’originale versione Matt Black contraddistinta da un’esclusiva tinta di carrozzeria nera con trattamento opaco impreziosita da alcuni elementi in cromo satinato (baffi, maniglie, calotte degli specchi e porta-targa), dai cerchi in lega da 16” nero opaco con coppetta con cornice rossa centrale e, nel caso della motorizzazione 1.4 da 100 CV, dalle pinze dei freni verniciate rosse. La stessa ricercatezza si ritrova all’interno della nuova serie speciale dove l’ambiente totalmente “black” è messo in risalto dai dettagli in cromo satinato e dalle cuciture argentate presenti su volante e cambio. Inoltre, i sedili sono disponibili in pelle Frau rossa (contenuto che la 500 ha introdotto per la prima volta nel segmento) o neri, rivestiti in pelle e tessuto, che in abbinamento con la fascia della plancia, sempre nera opaco, le conferiscono un look “total black” particolarmente aggressivo.
Come se fosse un moderno giocattolo, spicca sullo stand un configuratore della 500 dove, con secchiate di colore e ago e filo, il pubblico può personalizzare la propria vettura.
Il Motor Show di Bologna è anche l’occasione giusta per apprezzare da vicino la nuova versione Punto “MyLife” esposta in due esemplari: una 1.4 77 CV di colore bianco pastello e una 1.2 69 CV di colore rosso pastello entrambe equipaggiate con il propulsore benzina Euro 5 con sistema Start&Stop di serie. La nuova Fiat Punto “MyLife” è la risposta ideale per un cliente sempre più attento alle novità tecnologiche, al piacere di guida e alle tematiche ambientali. Il tutto senza mai rinunciare a un design originale e distintivo, reso ancora più particolare dagli inserti verniciati nero lucido Pianoblack che si abbinano perfettamente ai colori di carrozzeria disponibili per questa versione. E in perfetta sintonia con questo nuovo modo di intendere il rapporto tra tecnologia, design ed ecologia, a Bologna i visitatori possono ammirare due show car: un Fiat Qubo 1.3 Multijet da 95 CV Euro5 con sistema Start&Stop di serie e una Fiat Bravo 1.6 Multijet 120 CV Euro 5.
All’esterno, la show car Qubo si contraddistingue per la tinta carrozzeria rosso tristrato con modanature, calandra e cerchi con inserti in nero lucido. Di particolare interesse l’equipaggiamento della show car come dimostrano il pack Style (vetri privacy, cerchi in lega da 16" e barre porta tutto longitudinali) e il pack My Blue (Radio CD Mp3, volante e pomello in pelle, comandi al volante e dispositivo Blue&Me-TomTom). Spazio anche per la show car Bravo che catturerà l’attenzione del pubblico per la sua esclusiva carrozzeria bianco tristrato abbinata a elementi in nero lucido (calandra e griglia, montante, cerchi da 17” diamantati, posteriore con logo Bravo e terminale di scarico cromato), oltre che per la presenza a bordo del Blue&Me e del navigatore satellitare Instant Nav.
Dunque, lo stand a Bologna sottolinea l’impegno di Fiat nel campo della tutela ambientale e della sensibilizzazione degli utenti verso un utilizzo sempre più responsabile ed eco-compatibile della vettura. Non è un caso che Fiat abbia la flotta più “ecologica” d’Europa. Infatti, dopo ben tre anni di leadership, questo straordinario primato è stato confermato anche nel primo semestre del 2010 grazie ad un valore medio di emissioni su tutta la gamma di 123,5 g/km, oltre 4 g/km in meno rispetto al più vicino concorrente. Un contributo fondamentale a questo primato è merito anche della straordinaria crescita del metano, il carburante più ecologico ed economico oggi in commercio. Una scelta lungimirante, intrapresa oltre dieci anni fa, che ha portato Fiat a conquistare la leadership indiscussa in Europa nel campo delle vetture di primo impianto a metano (OEM) come dimostrano quasi 400.000 unità vendute fino ad oggi appartenenti alla gamma Natural Power, una gamma completa di vetture e veicoli commerciali a doppia alimentazione (metano/benzina) capace di soddisfare qualsiasi esigenza di mobilità.
Tra l’altro, al Motor Show di Bologna si concluderà “eco:DriveGP", il primo concorso di guida “ecologica” basato su dati oggettivi forniti dalla vettura attraverso eco:Drive, l’innovativo sistema Fiat che aiuta a migliorare l’efficienza di guida e a ridurre consumi ed emissioni. Unica in Europa, l’iniziativa ha previsto due fasi ed era aperta a tutti i possessori di una vettura Fiat - dotata di Blue&Me - residenti in Italia, Francia, Germania, Spagna e Inghilterra. Nella prima fase, che si è svolta a livello nazionale, sono stati eletti i migliori due eco:Driver (un uomo e una donna) di ciascun Paese. E ora, in occasione del Motorshow, i 10 campioni nazionali sono stati invitati a partecipare alla gara finale dove sarà selezionato il guidatore più efficiente ed ecologico d’Europa. Da sottolineare che Fiat è il solo costruttore automobilistico a poter avviare un concorso di questo genere che si basa su risultati oggettivi raccolti da eco:Drive, la prima e unica tecnologia capace di fornire al guidatore dei reali dati di viaggio e dei consigli personalizzati in base allo stile di guida. Pertanto eco:Drive rappresenta un modo unico di sfruttare la tecnologia per generare dei cambiamenti nel comportamento di guida a lungo termine.
In dettaglio, eco:Drive è un’applicazione gratuita - disponibile per il download sul sito Fiat (www.fiat.com/ecoDrive) – che raccoglie i dati di viaggio attraverso l’interfaccia Blue&Me della vettura e li analizza per fornire all’utente pratici consigli personalizzati per ridurre i costi di viaggio e l’impatto ambientale della propria guida. Basato su un’idea semplice, efficiente e accessibile (il software è totalmente gratuito), eco:Drive ha avuto un successo immediato come dimostrano gli oltre 140.000 download del sistema avvenuti dal lancio (Salone di Parigi 2008) fino a oggi. Ogni giorno più di 50.000 automobilisti lo utilizzano e circa 10 milioni di percorsi sono stati finora registrati e analizzati sul database Fiat. Se si considera l’impegno degli automobilisti di eco:Ville, la Community on-line di tutti gli eco:Drivers Fiat, è possibile quantificare un risparmio complessivo di circa 3.500 tonnellate di CO2.
Dunque, piccoli sforzi messi in atto da tante persone possono generare un impatto molto significativo. Fiat ha sempre creduto in questa filosofia e, a partire dal 4 novembre, ha dato il via ad un roadshow nei principali Paesi europei per presentare il “White Paper” eco:Drive, uno studio su oltre 400.000 viaggi effettuati dagli eco:Driver europei di Fiat. È la prima volta che una ricerca sugli stili di guida si basa su un metodo di analisi scientifico e statisticamente rappresentativo. Infatti, non sono stati rilevati ed elaborati i pareri soggettivi degli automobilisti, ma i dati delle centraline motore. Dunque, queste informazioni rappresentano la base statistica più precisa e ampia che sia mai esistita sugli stili di guida e sulla possibilità di migliorarli.

Infine, attraverso la distribuzione di materiale informativo e l’allestimento di alcuni materiali dedicati sullo stand, il pubblico potrà conoscere i prodotti di FGA Capital, società finanziaria (joint venture Fiat Group Automobiles e Crédit Agricole) specializzata nel settore automobilistico. La società è operativa in Italia, con i marchi Sava e Savarent, ed in Europa con un'unica mission: supportare le vendite di autoveicoli di tutti i marchi Fiat Group Automobiles e Chrysler attraverso prodotti finanziari innovativi e completi di servizi ad alto valore aggiunto dedicati alla rete dei concessionari, ai clienti privati e alle aziende.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©