Cyber, scienza e gossip / Motori

Commenta Stampa

Fiat all’80° Salone Internazionale di Ginevra


Fiat all’80° Salone Internazionale di Ginevra
26/02/2010, 11:02

Fiat ritorna al Salone Internazionale di Ginevra con uno stand di forte impatto scenografico dove importanti anteprime mondiali e modelli già affermati si alternano per sottolineare l’unicità del brand nel panorama automobilistico internazionale.
L’area espositiva si sviluppa lungo il concept “il mondo che vorrei” visto con gli occhi dei bambini. Perché un brand proiettato nel futuro non può che “ascoltare” i più piccoli, coloro che un giorno il mondo lo faranno grande. Sono proprio loro a “disegnare” questo stand dando sfogo a tutta la loro fantasia e voglia di un futuro sempre più attento al rispetto ambientale. Nasce così un luogo leggero e felice dove, le case poggiano su nuvole e un arcobaleno accoglie i visitatori guidandoli all’interno del mondo Fiat. Inoltre, nel cuore dello stand, è posizionato il configuratore 500, un’installazione dall’utilizzo giocoso che ben si sposa con il mood dell’area espositiva.
Dunque, fra le case e le nuvole di questa città sognata dai bambini trovano posto le ultime novità automobilistiche, vetture che fanno un altro passo verso la mobilità sostenibile.
Incastonato in una vera e propria installazione luminosa a forma di albero con filamenti di fibre ottiche, l’ospite d’onore dello stand è un gioiello della tecnologia sviluppata da Fiat Powertrain Technologies: il motore bicilindrico TWIN-AIR da 85 CV (900 cc) che il pubblico potrà ammirare, in anteprima mondiale, sia all’interno di una teca sia a bordo di una 500, il primo modello Fiat su cui debutterà il prossimo settembre. Capostipite di una nuova famiglia di propulsori bicilindrici di FPT - Fiat Powertrain Tecnologies, il propulsore impiega il rivoluzionario sistema Multiair abbinato ad una fluidodinamica specifica ed ottimizzata per il massimo rendimento di combustione. Inoltre, frutto dell’estremizzazione del concetto di “downsizing” e di una sapiente messa a punto della meccanica di base, la nuova famiglia - con prestazioni comprese tra i 65 e i 105 CV – assicura fino al 30% in meno di emissioni di CO2 rispetto ad un motore di pari prestazioni. E sempre all’insegna dell’innovazione tecnologica al servizio del rispetto ambientale, sulla passerella svizzera sfilano altre importanti novità, ad iniziare dall’anteprima mondiale del nuovo Doblò Natural Power, la versione equipaggiata con un 1.4 16v T-JET a (benzina e metano) a conferma dell’indiscussa leadership mondiale di Fiat nel campo delle vetture e dei veicoli di primo impianto a doppia alimentazione benzina/metano (OEM).
Riflettori puntati anche sulla Bravo MY 2010 che al Salone è proposta con un 1.4 Multiair da 140 CV e sistema Start&Stop di serie. Disponibile a partire dal prossimo giugno, si tratta di uno dei migliori motori benzina al mondo nel rapporto emissioni/potenza: soli 132 g/km e una potenza di 140 CV. Successivamente, a seconda dei mercati, sarà disponibile anche un pack specifico che porterà il livello di emissioni di CO2 a 129 g/km, il migliore rapporto emissioni/potenza tra i turbo di questa fascia di potenza.
Inoltre, rispetto al 1.4 16v T-JET da 120 CV, il 1.4 Multiair da 140 CV assicura sia un aumento di potenza e coppia ai bassi regimi (+16%) sia una riduzione di consumi ed emissioni (-10%), grazie anche all’adozione del sistema Start&Stop. Dunque, il nuovo propulsore garantisce il massimo rispetto ambientale (è omologato Euro5) senza penalizzare le prestazioni e la piacevolezza di guida. Non solo. Per godere di una guida ancora più dinamica è possibile attivare la funzione Sport – tramite un pulsante esclusivo dell’allestimento Sport - che incide sulla risposta dell’acceleratore e sul settaggio del volante.
Rinnovato nello stile e negli interni, il modello offre nuovi pack a prezzi vantaggiosi e conferma la strategia del brand mirata a innovazioni costanti che hanno fatto di Bravo una delle vetture più richieste del segmento C delle medie compatte nel 2009, con la leadership tra le vetture GPL in Italia (quasi il 40% di quota nel mercato dei clienti privati) e con valori di assoluto rilievo nel sottosegmento delle berline a 5 porte.
Tra le protagoniste dello stand anche la 500 by Diesel, frutto del lavoro dei team creativi di Fiat e della griffe italiana famosa in tutto il mondo, che si presenta con uno speciale colore di carrozzeria (blu “midnight indigo”) che ricorda le tonalità del denim ed è equipaggiata con il nuovo Multijet 1.3 da 95 CV (Euro5) di seconda generazione con sistema Start&Stop di serie.
Spazio anche alla Punto EVO, presente sulla passerella svizzera con due motorizzazioni che sottolineano la sua eccellenza tecnologica e cura dei particolari: il potente Multiair 1.4 16v da 135 CV Euro 5 come emissioni di C02 pari ad appena 129 g/km e l’inedita motorizzazione 1.3 Multijet II da 85 CV con pack ECO che consente un ridottissimo livello di emissioni a 99 g/km.
Inoltre, a Ginevra Fiat presenta i più recenti risultati del suo continuo impegno per essere sempre più vicina alle esigenze degli automobilisti. Un impegno che si traduce nel moltiplicarsi dell’offerta di prodotto, sia attraverso nuovi modelli, sia con aggiornamenti della gamma esistente. Un contesto di grande vitalità, dunque, come dimostrano le vetture di attuale produzione presenti sullo stand ad iniziare da un Doblò nella configurazione a sette posti – dotato di propulsore 1.6 Multijet da 105 CV Euro 5 e dispositivo Start&Stop – che conferma la sua grande flessibilità in termini di spazio, tanto da farne il nuovo “family space” Fiat. Per continuare con un’affascinante 500C, l’originale versione cabriolet che rende omaggio allo stile della vettura “scoperta” del 1957 ma, al tempo stesso, propone soluzioni d’avanguardia nel campo della meccanica, dei motopropulsori e del benessere a bordo. Presentata lo scorso luglio, Fiat 500C sta confermando il grande successo del modello che a breve raggiungerà il traguardo delle 500.000 unità prodotte in meno di 3 anni.
Infine, l’80° Salone di Ginevra è anche l’occasione giusta per apprezzare due modelli realizzati per chi vuole affrontare le strade più impegnative ma con un occhio sempre attento al rispetto ambientale. Da una parte Fiat Sedici, rinnovato in termini di stile e di motorizzazioni al punto da farne il SUV Euro 5 più ecologico, grazie a due nuovi motori (benzina 1.6 16v da 120 CV e diesel 2.0 16v Multijet da 135 CV con 129 di CO2 g/km). Dall’altra parte, la Panda Panda Cross equipaggiata con il motore 1.4 da 70 CV (Euro 5) a doppia alimentazione (benzina-metano), in rappresentanza del fortunato veicolo Fiat che compie trent’anni proprio a Ginevra - qui fu presentata per la prima volta nel 1980 - e ha venduto finora oltre 6 milioni di unità nel mondo.
Non ultimo, attraverso la distribuzione di materiale informativo e l’allestimento di alcuni totem personalizzati sullo stand, il pubblico potrà conoscere i prodotti di FGA Capital, società finanziaria (joint venture Fiat Group Automobiles e Crédit Agricole) specializzata nel settore automobilistico. La società, che si pone al fianco di importanti case automobilistiche, è operativa in Italia ed Europa con un'unica mission: supportare le vendite di autoveicoli di tutti i marchi Fiat Group Automobiles attraverso prodotti finanziari innovativi e completi di servizi ad alto valore aggiunto dedicati alla rete dei concessionari, ai clienti privati e alle aziende.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©