Cyber, scienza e gossip / Motori

Commenta Stampa

Debutta l'americana Freemont

Fiat all’81° Salone Internazionale di Ginevra


Fiat all’81° Salone Internazionale di Ginevra
14/02/2011, 14:02

Fiat ritorna al Salone Internazionale di Ginevra con uno stand completamente rinnovato dove importanti anteprime mondiali e modelli già affermati si alternano per sottolineare l’unicità del brand nel panorama automobilistico internazionale.
Protagonista dell’area espositiva il nuovissimo Freemont, il primo veicolo Fiat frutto della partnership con Chrysler Group. Nato sulla base del Dodge Journey, il nuovo modello sarà commercializzato nella seconda metà del 2011 e già il nome evoca il senso di libertà, di piacere di vita all'aperto, di avventura e di possibilità di affrontare senza ansia qualsiasi situazione che si presenta nel vivere quotidiano. Infatti, Fiat Freemont è un “veicolo factotum” progettato per rispondere alle diverse esigenze delle famiglie e di coloro alla ricerca di un veicolo spazioso, comodo e versatile per la vita frenetica di tutti i giorni o il tempo libero del fine settimana.
Sullo stand è in mostra un esemplare di Fiat Freemont, a trazione anteriore, equipaggiato con il potente turbodiesel 2.0 Multijet 170 CV e proposto con una carrozzeria “Bright Silver Metallic” e interni in pelle nera. Ricchissima la dotazione che prevede sette posti, telecamera posteriore, navigatore satellitare con schermo touch screen da 8,4", cerchi in lega da 19", climatizzatore automatico a tre zone, sensori di parcheggio posteriori, tetto apribile e Video Pack (include Dvd sul padiglione).
Il Salone di Ginevra è anche l’occasione giusta per apprezzare da vicino la gamma “MyLife” – composta dai modelli Punto, Qubo, Bravo e Doblò – che rappresenta un modo inedito di intendere il rapporto tra tecnologia, design ed ecologia. Infatti, la nuova offerta Fiat è la risposta ideale per un cliente sempre più attento alle novità tecnologiche, al piacere di guida e alle tematiche ambientali. Il tutto senza mai rinunciare a un design originale e distintivo.
Ospitate su una pavimentazione bianca che ne esalta il design italiano, il pubblico potrà ammirare quattro vetture della nuova gamma – Fiat Punto “MyLife” 1.2 da 69 CV, Fiat Qubo “MyLife” 1.3 Multijet da 75 CV, Fiat Bravo 1.6 Multijet 120 CV e Fiat Doblò “MyLife” 1.6 Multijet da 90 CV – tutte equipaggiate con propulsori Euro 5 e sistema Start&Stop di serie (questo contenuto non è presente sulla Bravo esposta). Inoltre, gli esemplari in mostra consentono ai visitatori di conoscere da vicino quanto di meglio oggi disponibile nel campo dell’infotelematica: dal dispositivo Blue&Me-TomTom al navigatore satellitare Instant Nav.
A Ginevra non può certo mancare la Fiat 500 TwinAir (berlina e cabrio) che sceglie proprio questo prestigioso palcoscenico per presentare la nuova gamma 2011. Da oggi infatti TwinAir indicherà non solo una motorizzazione ma una vera e propria linea di prodotto che diventa il cuore della gamma 2011 del modello 500. Destinata ad un pubblico urbano e amante del divertimento, la 500 TwinAir si caratterizza per una forte personalizzazione estetica e per alcuni contenuti di prodotto che assicurano grande valore per il cliente. Il tutto reso ancora più interessante dall’adozione del TwinAir da 85 CV - il capostipite della nuova famiglia di motori bicilindrici di FPT - Fiat Powertrain, con prestazioni comprese tra i 65 e i 105 CV – che esalta al massimo il “fun to drive” di questa vettura assicurando ottime performance a fronte di una sensibile riduzione dei consumi: infatti, se confrontato con il 1.4 da 100 CV, il TwinAir da 85 CV fa registrare a 2.000 giri un incremento di coppia del 25% a fronte di una riduzione dei consumi del 30%. Questo a tutto vantaggio del divertimento di guida e del contenimento delle emissioni.
Cuore del TwinAir da 85 CV è l’adozione del rivoluzionario sistema MultiAir abbinato ad una fluidodinamica specifica ed ottimizzata per il massimo rendimento di combustione. Inoltre, frutto dell’estremizzazione del concetto di “downsizing”, il nuovo TwinAir da 85 CV abbinato al cambio robotizzato Dualogic fa registrare 92 g/km di CO2: è il più basso livello di emissioni di CO2 sul mercato finora ottenuto da un motore a benzina turbo.
Il TwinAir da 85 CV conferma l’eccellenza che tutto il mondo riconosce alla scuola motoristica italiana per la sua capacità di produrre propulsori innovativi, veri e propri “gioielli” che nascono dall’esperienza e dalla passione degli ingegneri unite alle competenze tecniche consolidate negli anni. Non è un caso che a Ginevra la piccola Fiat 500 TwinAir è accostata alla famosa Mefistofele, vettura da record realizzata da Sir Ernest Eldridge utilizzando come base una Fiat SB4 Corsa del 1908. Affascinante la storia di questo esemplare unico al mondo: sir Eldridge acquistò una Fiat SB4 del 1908, vettura da corsa a fine carriera agonistica, per farne un’automobile da record secondo la sua fantasia e in linea con la filosofia pioneristica dell’epoca. Infatti, fu modificata allungandone il telaio, utilizzando pezzi derivati da un autobus londinese, e dotandola di un motore aeronautico Fiat A12 (tipo “A-12 Bis”) trasformato per erogare 320 CV a 1800 giri (furono aggiunti 4 carburatori e 4 spinterogeno al posto dei 2 magneti). Il 12 luglio del 1924 la Mefistofele – così chiamata per via degli scoppi e sbuffi di fumo che emise durante la conquista del record mondiale di velocità – affrontò il lungo rettifilo in terra battuta alla straordinaria velocità di 234,980 Km/h. Acquistata nel 1969 dall’Avvocato Giovanni Agnelli dagli eredi di Sir Eldridge, oggi questo esemplare unico appartiene alla collezione storica Fiat e, dopo un attento e laborioso restauro, è tornata in perfette condizioni di funzionamento.
Studiata per accogliere il pubblico in modo coinvolgente, dunque, l’area allestita a Ginevra consente di ammirare le ultimissime novità automobilistiche e, al tempo stesso, di “vivere” quelle emozioni che appartengono al marchio. In particolare, Fiat rinnova radicalmente la propria immagine espositiva adottando una linea essenziale e tecnologica. Obiettivo è comunicare il brand partendo proprio dal prodotto: la vettura è al centro dello stand ed assume un ruolo da protagonista. Abbandonati i colori e le linee curve, quindi, i nuovi colori dello spazio sono la diretta espressione del logo Fiat. Inoltre, il fronte caratterizzato da una geometria estremamente lineare e contemporanea, in cui riecheggiano però forme care al design italiano, è in acciaio e ospita all'interno un raffinato gioco di ledwall sovrapposti che rinvia direttamente al rosso rubino del logo posto al centro dello stand.
Con uno spazio dedicato all’interno del proprio stand, Fiat presenta, in anteprima mondiale, il nuovo marchio “Air Technologies” che racchiude le eco-tecnologie esclusive del brand Fiat, applicate trasversalmente a tutta la gamma attualmente in commercio, raggruppate secondo aree tematiche: dai motori alle alimentazioni alternative, dai sistemi di gestione del cambio e della trazione allo Start&Stop, alle soluzioni tecniche pensate per aumentare l’efficienza dinamica del veicolo. “Air Technologies” accompagnerà tutta la comunicazione dell’intera gamma Fiat nel 2011, sottolineando come l’approccio “eco” sia da sempre connaturato al marchio.
Infine, attraverso la distribuzione di materiale informativo e l’allestimento di alcuni materiali dedicati sullo stand, il pubblico potrà conoscere i prodotti di FGA Capital, società finanziaria (joint venture Fiat Group Automobiles e Crédit Agricole) specializzata nel settore automobilistico. La società è operativa nei principali mercati europei, ed in Svizzera con Fidis Finance, con un'unica “mission”: supportare le vendite di autoveicoli di tutti i marchi Fiat Group Automobiles attraverso prodotti finanziari innovativi e completi di servizi ad alto valore aggiunto dedicati alla rete dei concessionari, ai clienti privati e alle aziende.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©
LE ALTRE FOTO.