Cyber, scienza e gossip / Motori

Commenta Stampa

Fiat: debutta eco:Drive Fleet


Fiat: debutta eco:Drive Fleet
19/02/2010, 12:02

Debutta il 26 febbraio eco:Drive Fleet, la nuova versione di eco:Drive dedicata alla flotte che, attraverso una gestione più efficiente del parco auto, porta benefici sia all’ecosistema sia al business con una grande facilità di utilizzo. Infatti, unico nel suo genere, questo software consente di analizzare i dati di percorrenza delle vetture, oltre a suggerire comportamenti di guida sostenibili per il futuro.

In dettaglio, eco:Drive Fleet ottimizza i consumi e la sicurezza dei parchi auto aziendali in quanto misura i dati di percorrenza di tutti i veicoli (chilometri, tempo, consumi…); mostra i dati riferiti alle vetture e ai driver in modo singolo o aggregato; aggiorna direttamente il database dei costi di gestione e i conteggi chilometrici per gli intervalli manutentivi; valuta i comportamenti di guida e il loro impatto sui consumi; e, soprattutto, fornisce a ogni conducente suggerimenti su come diventare un “eco-conducente”.

Il nuovo strumento digitale diventa un importante misuratore di qualità che permette la collaborazione tra il Fleet Manager e chi guida i mezzi, per ridurre insieme i costi di esercizio e le emissioni. Basti pensare che eco:Drive Fleet consente di risparmiare fino al 15 per cento sui costi di carburante, oltre a giocare un ruolo importante sull’usura del veicolo: infatti, la vera “eco-guida” è quella che ci fa utilizzare in modo ottimale e più efficiente tutti i componenti dell’auto.

Gratuito e facile da utilizzare su www.fiat-fleet.com/ecodrive, eco:Drive Fleet è disponibile per le vetture Fiat (500, 500C, Grande Punto, Punto Evo, Bravo, Croma, Qubo, Nuovo Doblò) e i veicoli commerciali Fiat Professional (Grande Punto Van, Punto Evo Van e Fiorino) equipaggiati con l’accessorio Blue&Me™.

Oltre a Fiat, altre importanti aziende hanno dimostrato di credere in questo innovativo progetto: da Bosch ed Eni che hanno collaborato allo sviluppo di alcune sezioni specifiche del software, alla Coca-Cola HBC Greece che ha deciso di arricchire la propria flotta con vetture dotate di eco:Drive.

Quindi, eco:Drive Fleet trasferisce al mondo delle flotte tutti i vantaggi di eco:Drive, l’applicativo software (scaricabile gratuitamente all’indirizzo www.fiat.com/ecodrive) che utilizza l’interfaccia Blue&Me™ – la più diffusa piattaforma telematica di bordo in Europa, con oltre 1 milione di unità installate – frutto della partnership tra Fiat Group e Microsoft™. In dettaglio, attraverso Blue&Me™, eco:Drive riceve dalla centralina motore i parametri che interessano i consumi. I dati registrati possono essere trasferiti su personal computer con una chiave USB ed elaborati dall’apposito software per analizzare il comportamento di guida dell’automobilista, aiutandolo a ottimizzare consumi ed emissioni. Basato su un’idea “friendly”, efficiente e sostenibile, eco:Drive ha avuto un successo immediato come dimostrano gli oltre 100 mila download del sistema avvenuti dal lancio (Salone di Parigi 2008) fino a oggi. Inoltre, ogni giorno più di 32 mila automobilisti lo utilizzano e ben 4 milioni di percorsi sono stati finora registrati e analizzati sul sito dedicato. Se si considera l’impegno degli automobilisti entrati in eco:Ville, la Community on-line di tutti gli “eco-driver” Fiat, è possibile quantificare un risparmio complessivo di circa 2.500 tonnellate di CO2.

Infine, lo scorso anno eco:Drive ha conquistato numerosi riconoscimenti internazionali tra i quali ricordiamo “Best Digital Technology” (Guardian Innovation Award 2009), “Best Use of Innovative Technology” (Clio Awards 2009), “European Product Innovation Award” (Frost&Sullivan 2009), “Green Champion” (International Green Apple Awards 2009) e “Cyber Lions - Grand Prix” al Festival di Cannes di Pubblicità 2009.

Dunque, eco:Drive conferma la costante attenzione di Fiat alle tematiche ambientali con risultati evidenti. Infatti, secondo le analisi dell’istituto indipendente Jato Dynamics, negli ultimi 2 anni Fiat è risultato il brand più ecologico tra i 25 marchi automobilistici più venduti in Europa con un livello medio di emissioni di CO2 pari a 129 g/km contro una media mercato di 146 g/km. Un primato dovuto al grande impegno Fiat per l’innovazione “eco-tecnologica”, un elemento che caratterizza tutte le scelte di prodotto. Fiat è infatti leader mondiale nelle alimentazioni alternative con una gamma completa di vetture Natural Power che utilizzano il metano, il carburante più ecologico tra quelli commercialmente disponibili. Inoltre tutti i modelli più recenti, come Punto Evo e Nuovo Doblò, offrono sulla gamma Euro 5 contenuti da segmenti superiori con un basso impatto ambientale e bassi costi di esercizio: dal sistema Start&Stop ai motori diesel di ultima generazione Multijet II, fino al rivoluzionario sistema Multiair che permette una riduzione di consumi ed emissioni fino al 25 per cento e un contestuale aumento della potenza fino al 10 per cento.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©