Cyber, scienza e gossip / Motori

Commenta Stampa

Fiat Group Automobiles partecipa alla seconda edizione di ‘Company Car Drive’


Fiat Group Automobiles partecipa alla seconda edizione di ‘Company Car Drive’
18/04/2013, 12:39

Dal 17 e 18 aprile si svolge la seconda edizione di 'Company Car Drive', l'evento nazionale sotto il patrocinio di AIAGA, l'Associazione Italiana Acquirenti e Gestori Auto Aziendali, dedicato interamente al settore corporate che offrirà un'occasione unica ai fleet manager e agli acquirenti e gestori di vetture e veicoli aziendali per conoscere e provare quanto di meglio oggi disponibile sul mercato.

 

Ospitata presso l'autodromo di Monza, la manifestazione vede la partecipazione di Corporate Fleet Solutions, la divisione dedicata alle flotte aziendali di Fiat Group Automobiles che propone una delle gamme più ampie a livello internazionale: ne fanno parte 25 modelli di vetture e 7 veicoli commerciali, con portata utile fino a 2 tonnellate, appartenenti ai marchi Fiat, Alfa Romeo, Lancia, Fiat Professional, Abarth e Jeep. Chiaro a questo punto come un'offerta così articolata possa rispondere a tutte le esigenze del cliente corporate: dal veicolo da lavoro fin all'auto di rappresentanza, dalla city car al fuoristrada.

 

Inoltre, grazie alla collaborazione con FGA Capital (società finanziaria del Gruppo specializzata nel settore automobilistico), la divisione Corporate Fleet Solutions di Fiat Group Automobiles può offrire soluzioni di finanziamento personalizzate e servizi ad alto valore aggiunto. Senza contare che il cliente può sempre contare su una presenza capillare di 1.300 punti di vendita ufficiali e 1.500 centri di assistenza in Italia che, a livello europeo, diventano rispettivamente 6.000 e 10.000 su 19 Paesi.

 

In particolare, Corporate Fleet Solutions FGA mette a disposizione dell'organizzazione una flotta di vetture destinate ai test drive previsti per i fleet manager invitati all'evento. La gamma da provare è composta dai modelli Fiat (500L, Freemont AWD, Panda TwinAir Turbo Metano), Alfa Romeo (Giulietta TCT e Turbo GPL), Jeep (Grand Cherokee), Lancia (Thema, Ypsilon Metano e Delta) e Abarth (500C Abarth). Inoltre, all'interno del circuito di Monza , sarà allestita un'area espositiva dove gli ospiti potranno conoscere alcuni veicoli commerciali a metano di Fiat Professional.

 

Fiat 500L

Una delle protagoniste della seconda edizione di "Company Car Drive' è la nuova Fiat 500L, la 'City Lounge' Fiat che abbina in un solo prodotto caratteristiche apparentemente inconciliabili tra loro: dimensioni esterne compatte, proprie di un un'auto del segmento B, unite a prestazioni, ampio spazio interno e ricco equipaggiamento tipici di una vettura del segmento C. Il tutto offerto al prezzo accessibile di una 'cittadina' ma con in più un valore unico: la personalità di Fiat 500, una vera icona del Made in Italy.

 

Tra le sue peculiarità che maggiormente possono interessare il cliente corporate ci sono le emissioni e i consumi ridotti, le numerose configurazioni per allestire lo spazio interno e la massima flessibilità nelle soluzioni di carico - vanta il migliore indice di abitabilità della categoria - oltre alla vetratura a 360° che assicura la migliore visibilità del segmento e ai costi di gestione più bassi della categoria insieme alle migliori prestazioni.

 

Inoltre, di recente la gamma di Fiat 500L si è arricchita di due nuovi motori: 1.6 Multijet II da 105 CV e 0.9 TwinAir Turbo da 105 CV. In particolare, i 105 CV del 1.6 MultiJet II posizionano 500L proprio nel cuore del segmento con un propulsore 'efficiente' e performante in quanto offre tutto il meglio del diesel in termini di autonomia, comfort e silenziosità, con in più le prestazioni brillanti assicurati dalla tecnologia MultiJet di seconda generazione e il contenimento dei consumi. Così equipaggiata la Fiat 500L raggiunge una velocità massima di 181 km/h e accelera da 0 a 100 km/h in appena 11,3 secondi. Sul ciclo combinato di omologazione, la vettura consuma 4,5 litri/100 km ed emette 117 g/km di CO2. Non ultimo, al pari delle altre versioni a gasolio, il 1.6 MultiJet II riduce i costi di gestione in quanto necessita di un tagliando solo ogni 35.000 km per mantenersi in perfetta efficienza, invece dei 20.000 km o 30.000 km dei competitor.

 

Elegante, innovativa e rispettosa dell'ambiente, Fiat 500L si conferma un'auto di grandissimo successo, compatta all'esterno e spaziosa all'interno, dalla versatilità eccezionale e con una protezione a 360° certificata dalle prestigiose 5 stelle EuroNCAP, oltre ad essere l'unico modello in continua crescita nel suo segmento in Europa, nonostante la difficile congiuntura economica.

 

Tra l'altro, nel 2012, per il sesto anno consecutivo, Fiat si conferma il brand che ha registrato il livello più basso di emissioni di CO2 in Europa tra i marchi automobilistici più venduti, con un valore medio di 119,8 g/km. Il primato è certificato dalla società JATO Dynamics, leader mondiale per la consulenza e la ricerca nel campo automotive.

 

Infine, anche sulla nuova 500L è disponibile eco:Drive, l'applicazione eco-friendly sviluppata nel 2009 da Fiat che analizza lo stile di guida grazie ai dati raccolti in vettura e fornisce suggerimenti personalizzati. Un vero e proprio tutor digitale che, se usato in modo costante e corretto, consente di ridurre consumi ed emissioni fino al 16%. In particolare, sulla City Lounge Fiat eco:Drive diventa LIVE in quanto, perfettamente integrato nel sistema UConnectTM con touchscreen da 5", monitora lo stile di guida del conducente in tempo reale e fornisce consigli immediati, come un vero eco trainer, sulle 4 materie fondamentali di ogni aspirante eco:Driver: accelerazione, cambio, velocità, decelerazione.

 

eco:Drive Fleet

Sempre più richiesto l'applicativo eco:Drive Fleet, la versione dedicata alla flotte che, attraverso una gestione più efficiente del parco auto, porta benefici sia all'ecosistema sia al business con una grande facilità di utilizzo. Infatti, consente di analizzare i dati di percorrenza delle vetture, oltre a suggerire comportamenti di guida sostenibili per il futuro.

 

In dettaglio, eco:Drive Fleet ottimizza i consumi e la sicurezza dei parchi auto aziendali in quanto misura i dati di percorrenza di tutti i veicoli (chilometri, tempo, consumi...); mostra i dati riferiti alle vetture e ai driver in modo singolo o aggregato; aggiorna direttamente il database dei costi di gestione e i conteggi chilometrici per gli intervalli manutentivi; valuta i comportamenti di guida e il loro impatto sui consumi; e, soprattutto, fornisce a ogni conducente suggerimenti su come diventare un 'eco-conducente'.

 

Il nuovo strumento digitale diventa un importante misuratore di qualità che permette la collaborazione tra il Fleet Manager e chi guida i mezzi, per ridurre insieme i costi di esercizio e le emissioni. Basti pensare che eco:Drive Fleet consente di risparmiare fino al 16% sui costi di carburante, oltre a giocare un ruolo importante sull'usura del veicolo: infatti, la vera "eco-guida" è quella che ci fa utilizzare in modo ottimale e più efficiente tutti i componenti dell'auto.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©