Cyber, scienza e gossip / Motori

Commenta Stampa

‘Fiat Likes U’: un progetto che ‘paga’


‘Fiat Likes U’: un progetto che ‘paga’
13/11/2013, 10:22

Oggi presso la Palazzina Lingotto di Torino, sede di Fiat S.p.A., si è svolta la premiazione degli studenti che hanno vinto le 8 borse di studio messe in palio da 'Fiat Likes U', il progetto nato nel 2012 dalla collaborazione tra Fiat e il Ministero dell'Istruzione Italiana, con il Patrocinio del Ministero dell'Ambiente. Dopo la cerimonia, i giovani hanno visitato due delle eccellenze del Gruppo Fiat: lo stabilimento Maserati Avvocato Giovanni Agnelli e il Centro Stile Fiat 

I vincitori sono Gabriele Bergoglio (Politecnico di Torino), Matteo Cabassi (Università degli Studi di Parma), Giuseppe Contente (Università degli Studi di Salerno), Myriam Gabrielli (Università Luiss di Roma), Graziella Longo (Università degli Studi di Catania), Matteo Mariano (Università degli Studi di Pisa), Stefano Marzullo (Università della Calabria) e Clarissa Simone (Università Cattolica di Milano).

Grazie al loro impegno e alla borsa di studio del valore di 5.000 euro, gli otto giovani hanno realizzato una tesi specifica in ambito Fiat. Qualcuno di loro è già inserito Azienda per uno stage di 6 sei mesi con tutor dedicato, qualcun altro sta completando la tesi ed entrerà in azienda a breve. Gli Enti coinvolti nell'iniziativa sono: Manufacturing, Global Mobility & Car Management, Industrial Relations, Market Research & Analysis, Finance, Legal & Corporate Affairs e il Centro Ricerche Fiat.

Inoltre, grazie al progetto 'Fiat Likes U' l'Azienda è entrata in contatto con molti validi giovani studenti con i quali è in corso l'attivazione di stage.

 

Giovani validi e meritevoli che Fiat ha voluto premiare per il loro impegno nel mondo dello studio prima e in quello del lavoro dopo. Perché, come dice il nome 'FIAT Likes U' è un investimento sull'Università che piace a Fiat, è  un modo nuovo per dire 'io credo in te' a tutti quegli studenti che si impegnano oggi per rendere migliore il domani.  Per il brand si tratta di un investimento garantito, soprattutto in questo momento di instabilità economica, perché 'merito' e 'saper fare' sono valori concreti che in qualunque Paese rappresentano un 'bene rifugio' indipendente dalle fluttuazioni di mercato.

Si chiude così la prima edizione italiana di 'Fiat Likes U' che ha offerto molteplici vantaggi ai circa 280.000 studenti iscritti agli otto atenei coinvolti nell'iniziativa presenti nelle città di Torino, Roma, Milano, Salerno, Parma, Cosenza, Pisa e Catania. Per la prima volta in Europa, una casa automobilistica si è impegnata con il mondo dell'Università in un'iniziativa a tutto tondo, concreta, semplice e ricca di opportunità in termini di:

  • Mobilità - attraverso un servizio di car-sharing completamente gratuito per gli studenti;

  • Studio, con l'erogazione di otto borse di studio, ognuna del valore di 5.000 euro e di otto Lectio magistralis con i Manager Fiat;

  • Lavoro, mediante l'offerta di otto stage retribuiti in azienda. 

 

L'iniziativa ha riscosso un grande successo come dimostrano alcuni dati: il servizio di car sharing è stato utilizzato da oltre 6.000 studenti che hanno effettuato 28.000 viaggi percorrendo più di 320.000 km totali con le 8 vetture - modelli Panda e 500L - messe a disposizione. Un progetto vincente come dimostrano anche le tantissime interviste postate su You Tube e le 180.000 visite sul sito dedicato likesu.fiat.it.

Dopo il successo della prima edizione italiana, 'Fiat Likes U' travalica i confini nazionali per approdare in alcune università europee partendo da una delle eccellenze mondiali nell'ambito del design: il 'Royal College of Art' di Londra. Gli studenti del prestigioso ateneo inglese potranno così vivere un'esperienza unica attraverso i tre ambiti principali del progetto: mobilità sostenibile con car sharing gratuito, stage retribuiti con borse di studio, possibilità di un lavoro a tempo determinato per il Fiat Ambassador.

Inoltre, per coloro che ambiscono a giocare un ruolo da protagonisti nel mondo del design automotive, l'edizione inglese prevede 'Fiat Two of a Kind', un importante percorso formativo che consentirà sia di conoscere da vicino il lavoro del Centro Stile Fiat - attraverso una serie di lectio magistralis tenute dai massimi esponenti del car design automotive - sia di partecipare ad un concorso finale che premierà le migliori proposte di design applicate ai modelli Fiat Panda e Fiat 500.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©