Cyber, scienza e gossip / Motori

Commenta Stampa

Fiat Nuovo Doblò Cargo è “International Van of the Year 2011”


Fiat Nuovo Doblò Cargo è “International Van of the Year 2011”
26/09/2010, 12:09

Fiat Nuovo Doblò Cargo è stato nominato “International Van of the Year 2011” - con 128 punti su 168 disponibili - da una giuria composta da 24 giornalisti, in rappresentanza di altrettanti Paesi, specializzati nel settore dei veicoli commerciali. Il prestigioso trofeo è stato consegnato durante la serata di gala in occasione della 63esima edizione del Salone Internazionale di Hannover, la più importante esposizione europea di veicoli commerciali e industriali.

Nell'annunciare il verdetto, il presidente della giuria dell'International Van of the Year, Pieter Wieman, ha dichiarato: «il progetto del veicolo vincitore ha convinto per diversi fattori e soprattutto per come Fiat sia riuscita ad offrire una varietà di pianali e di scocche superiore rispetto ad ogni altro veicolo di questa categoria. La gamma Doblò include non solo una versione passo lungo con tetto alto, ma anche cabinati con pianale e una versione OEM di autocarro.

La giuria è rimasta particolarmente colpita dall'ampia gamma di motorizzazioni che include anche un motore CNG turbocompresso e una versione elettrica. Inoltre, la giuria ha apprezzato particolarmente le caratteristiche di guida e l'elevato livello di comfort offerto dalle varie versioni del Doblò Cargo».

Nel commentare la vittoria Lorenzo Sistino, CEO di Fiat Professional, ha affermato: «il Nuovo Doblò è stato un veicolo innovativo fin dall’impostazione del progetto. Con Doblò offriamo ai nostri clienti la scelta più ampia, le minori emissioni e la più avanzata tecnologia nella sua categoria. Il premio assegnatogli è la testimonianza del livello di innovazione dei nostri prodotti. La sua vittoria è la conferma della capacità di rinnovarsi per rispondere alle nuove esigenze dei clienti».

Tutti i punti di forza del Nuovo Doblò Cargo

Il Nuovo Doblò Cargo è primo veicolo nel segmento degli small-van dotato di volumetria e portata tipici di segmenti superiori, ma compatto nelle dimensioni esterne, attento alla riduzione dei consumi e al rispetto per l’ambiente. Grazie a queste caratteristiche, il nuovo modello di Fiat Professional si afferma come il primo e unico veicolo della sua categoria che abbandona definitivamente il concetto di “car derived”. Fin dalla fase di progettazione è stato ideato per essere un veicolo commerciale a tutti gli effetti, non una semplice “furgonetta” ma un vero proprio LCV con possibilità di adattarsi a molteplici missioni di lavoro e tipologie di allestimenti, grazie a 10 tipi di body e di oltre 500 versioni combinando incrociando le diverse tipologie di scocca, di porte laterali e posteriori e motorizzazioni. E’ quindi la risposta ideale per i professionisti che trascorrono a bordo del veicolo molte ore della giornata: nel traffico cittadino con frequenti situazioni di “stop and go” per caricare e scaricare le merci, ma anche nei veloci spostamenti interurbani.


Realizzato su una nuova architettura, il Nuovo Doblò Cargo vanta numerosi primati nella sua categoria: lunghezza interna fino a 2,17 metri, larghezza tra passaruote di 1,23 metri, volumetrie oggi fino a 4,6 metri cubi (5.4 metri cubi nei prossimi mesi con il lancio delle versioni Maxi Tetto Alto), portata da 750 a 1000 Kg, consumo NEDC di 4,8 litri/100 km, autonomia 1.250 Km ed emissioni di CO2 di soli 126 g/km con il motore 1.3 Multijet II Euro 5 da 90 CV. Record che assicurano al cliente sostanziali benefici in termini di ottimizzazione della propria attività e contenimento dei costi di esercizio. Il nuovo veicolo presenta un vano di carico spazioso, squadrato, regolare e pienamente sfruttabile, dotato di porte laterali scorrevoli e posteriori di grandi dimensioni che agevolano le operazioni di carico.


Il design innovativo e le grandi dimensioni fanno di Nuovo Doblò Cargo il punto di riferimento della categoria. Frontale dalla forte personalità, linea laterale essenziale con passaruota pronunciati e zona posteriore importante che mette in risalto l’accessibilità e l’ampiezza del vano di carico. L’aspetto di veicolo solido e robusto viene enfatizzato dalle dimensioni, esterne ed interne, incrementate rispetto al modello precedente a conferma di un trend che ha visto negli ultimi anni una crescita progressiva dei parametri funzionali degli LCV (portate e volumetrie).


Nuovo Doblò Cargo propone 5 motori: un 1.4 benzina da 95 CV, un 1.4 Turbo metano-benzina da 120 cv e tre turbodiesel (1.3 Multijet da 90 CV di seconda generazione, 1.6 Multijet da 105 CV e 2.0 Multijet da 135 CV). Tutti omologati Euro5, con Start&Stop di serie e filtro antiparticolato sui diesel, i propulsori si contraddistinguono per piacere di guida, prestazioni eccellenti, silenziosità, bassi costi operativi (consumi e manutenzione) oltre che per affidabilità e rispetto dell’ambiente.

Di particolare rilievo la nuova motorizzazione 1.4 T-jet Natural Power da 120 cv, unico propulsore bi-fuel metano/benzina nel segmento dotato di sovralimentazione che assicura una autonomia fino a 750 Km (fino a 450 con alimentazione CNG e 300 in modalità benzina) con un consumo di soli 4,9 Kg di metano ogni 100 Km e di 7,4 l/100 Km di benzina ed una portata sino a 980 Kg.

Entro l’anno la gamma motori sarà ampliata ulteriormente con un 1.6 Multijet da 90 cv dotato di cambio MTA.

Nel campo della sicurezza il veicolo “International Van of the Year 2011” non conosce rivali. Infatti, per garantire un ottimale comportamento dinamico, comfort e sicurezza attiva in tutte le condizioni di fondo stradale e di carico, il veicolo è stato dotato di soluzioni meccaniche innovative tra le quali spicca la sospensione posteriore Bi-link, proposta con differenti tarature dei suoi componenti in funzione di specifici impieghi. La tenuta di strada del Nuovo Doblò Cargo, costante e prevedibile, è assicurata anche dall’adozione dei più avanzati dispositivi elettronici per il controllo della stabilità quali l’ABS con il correttore elettronico di frenata EBD e, soprattutto, l’ESP completo del sistema Hill-holder che assiste il guidatore nelle partenze in salita.


Il Nuovo Doblò Cargo è stato progettato e costruito per raggiungere i più alti livelli di sicurezza passiva, merito della scocca a deformabilità programmata, degli airbag frontali e degli innovativi airbag laterali anteriori, che svolgono la funzione protettiva sia per la testa sia per il torace. È inoltre caratterizzato da tante piccole soluzioni intelligenti, che riescono a trasformare la cabina di guida in un vero e proprio ufficio viaggiante, come il ripiano sottopadiglione, la tavoletta portadocumenti su plancia e tanti pratici vani portaoggetti. Dispone anche di soluzioni tecniche e dotazioni tecnologiche che creano condizioni ottimali di comfort e favoriscono l’attenzione alla guida: dal climatizzatore, anche automatico, al Cruise Control, dai sensori di parcheggio al sistema viva voce integrato Blue&Me, al navigatore “Blue&Me TomTom” sino all’innovativo sistema eco :Drive Fleet Professional.

Infine, da ricordare che proprio al Salone di Hannover, in anteprima mondiale, debuttano il Nuovo Doblò Autocarro, il primo light truck OEM del segmento a garanzia di qualità e affidabilità per il cliente, e la nuova versione cabinato con pianale con cella frigorifera. In particolare, la nuova versione Autocarro con dimensioni esterne contenute, consente un agevole utilizzo urbano anche nei passaggi stretti e difficoltosi come ad esempio vicoli e passi carrai, ma nel contempo offre misure del cassone di tutto rispetto: 2,30 m di lunghezza,1,86 m di larghezza e 4 m2 di superficie di carico. Il veicolo ha una portata utile fino a 1.000 Kg resa possibile dalle inedite sospensioni posteriori bi-link che assicurano un carico massimo ammesso fino a 1.450 Kg sul posteriore.



Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©