Cyber, scienza e gossip / Internet

Commenta Stampa

Finalmente svelata la Civic 2012 per la competizione WTCC


Finalmente svelata la Civic 2012 per la competizione WTCC
20/08/2012, 20:05

Honda ha annunciato oggi di aver iniziato il test in pista della vettura che parteciperà al Campionato Mondiale Gran Turismo, la Civic WTCC.

 

I test sono iniziati questa settimana (31 luglio e 1° agosto) sul circuito di Vallelunga, vicino Roma, e seguono la vettura “shakedown” che è stata completata con successo il 27 luglio a Vairano, un circuito situato vicino la Jas Motorsport di Milano. I test proseguiranno durante l’anno e saranno guidati dal campione WTCC 2009 Gabriele Tarquini.

 

A partire da Suzuka nel mese di ottobre di quest’anno, Honda parteciperà a 3 gare del campionato WTCC 2012 con una vettura guidata da Tiago Monteiro. Tutti i risultati dei test e delle gare del 2012 saranno pienamente utilizzati per perfezionare ulteriormente la Civic WTCC per il debutto nella stagione 2013.

 

Anche l’esterno definitivo della Civic WTCC 2012 è stato presentato oggi. La nuova auto da competizione è il risultato di numerosi test effettuati nella galleria del vento, di minigonne anteriori e posteriori più estese e elementi aerodinamici aggiuntivi. Insieme, migliorano il flusso d'aria costante di Civic creando un coefficiente di resistenza (CD) che rappresenta il meglio nel segmento C berlina 2 volumi. La vettura sfoggia una livrea dinamica e raffinata, che mira ad accentuare le linee della nuova Civic, aumentando il carattere sportivo e da competizione. 

Commentando l’inizio del programma di test della Civic WTCC, Alessandro Mariani, Responsabile del Team Honda Racing della Jas, ha detto:
“Vedere la Civic finalmente in pista è un momento estremamente emozionante per tutta la squadra. Sono orgoglioso per tutti i soggetti coinvolti nel progetto. Sono riusciti a realizzare tanto in un breve periodo. Tutti hanno lavorato senza sosta per questo evento e la nuova auto così come il suo motore non sono inferiori alle nostre aspettative”.

I test iniziali ci hanno già fornito tanti feedback e dati, ma la strada per Suzuka a ottobre resta ancora lunga. Questa non è la fine, è solo l’inizio. D’ora in avanti saremo sempre più impegnati”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©