Cyber, scienza e gossip / Scienza

Commenta Stampa

Firenze, Secondo Forum Nazionale dei Geologi Italiani


Firenze, Secondo Forum Nazionale dei Geologi Italiani
18/01/2011, 16:01

Venerdì – 21 Gennaio – ore 9 e 30 – Auditorium Convitto Della Calza – Piazza della Calza – Firenze –

Graziano : “In una terra quale l’Italia che vede ogni anno circa 2000 terremoti di magnitudo superiore ai 2,5 gradi , con eventi sismici che negli ultimi 100 anni hanno superato i 6 ed i 7 gradi , saper costruire in maniera sicura impone rigore e professionalità adeguata”

“In una terra quale l’Italia che vede ogni anno circa 2000 terremoti di magnitudo superiore ai 2,5 gradi, con eventi sismici che negli ultimi 100 anni hanno superato i 6 ed i 7 gradi, con costi sociali dell'ordine di qualche centinaio di miliardi di euro, dove il 46% delle scuole ed il 41% degli ospedali ricadono in area sismica, saper costruire in maniera sicura impone rigore e professionalità adeguata”. Lo ha affermato il neo Presidente dell’Ordine Nazionale dei Geologi Italiani, Gian Vito Graziano , alla vigilia dell’importante del Forum Nazionale dei Geologi in programma il 21 Gennaio all’auditorium del Convitto della Calza di Firenze. A Roma i geologi puntarono tutta l’attenzione sul dissesto idrogeologico in Italia . Questa volta , a Firenze dove giungeranno più di 500 geologi provenienti da tutto il Paese , faranno il quadro della situazione dal punto di vista del Rischio Sismico , del Dissesto Idrogeologico e normativo . Il Forum Nazionale dei Geologi, giunto al secondo appuntamento, si svolgerà con il Patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri, del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici, del Comune di Firenze, dell’Università di Pisa , dell’Università degli Studi di Siena , della Regione Toscana – Centro di Geotecnologie , del Dipartimento di Scienze della Terra dell’Università di Siena e della Provincia di Firenze e vedrà la partecipazione di importanti esperti del mondo accademico e scientifico.

“Il dibattito sulla sicurezza delle costruzioni deve passare anche dalla consapevolezza che occorre costruire su terreni che smorzano gli effetti del sisma e non su quelli che li amplificano. Da questo 2° forum, dopo quello sul dissesto idrogeologico – ha concluso Graziano - emerge in tutta la sua valenza il ruolo strategico svolto dal geologo a difesa delle nostre case, delle nostre scuole e del nostro territorio. Dopo 50 anni di attività di campo in un paese altamente sismico, il geologo è consapevole oggi di doversi porre ad interesse della collettività con adeguata esperienza e soprattutto con cognizione tecnica e scientifica, acquisendo la matrice etica dell'aggiornamento professionale continuo ed obbligatorio”.

Alle ore 11 , sempre presso il Convitto della Calza , Piazza della Calza, Firenze, prima conferenza stampa del Presidente Nazionale dei Geologi , del Consiglio Nazionale dei Geologi e di tutti i Presidenti Regionali.

Commenta Stampa
di redazione
Riproduzione riservata ©