Salute e benessere / Salute

Commenta Stampa

Per gli esperti, solo un'invenzione delle case farmaceutiche

Flop del Viagra Rosa: spegne il desiderio femminile


Flop del Viagra Rosa: spegne il desiderio femminile
21/06/2010, 15:06

NEW YORK – Il “Viagra Rosa”? Non serve a nulla. Anzi, a quanto pare farebbe addirittura male. La tanto decantata pillolina per aumentare il desiderio sessuale femminile provocherebbe, infatti, numerosi effetti indesiderati: depressione, sonnolenza, vertigini e altro ancora. A sostenerlo sono i rappresentanti della Food and Drug Administration, che in America stanno valutando l’effettiva validità del farmaco.
I primi ad essere scettici sono gli stessi medici: l’idea che una pillola possa bastare ad attivare i meccanismi di controllo degli “appetiti” sessuali non convince gli esperti, per i quali la colpa è delle industrie farmaceutiche che pur di fare soldi non badano ad immettere sul mercato prodotti inutili. L'assunto di base dal quale parte la comunità professionale, insomma, sta nel fatto che non è possibile curare un sintomo, come l'assenza della libido, con una semplice pillolina quasi come per dire che la disfunzione sia a livello biologico.
Piuttosto, a differenza si quanto succede agli uomini, sembra chiaro che per le donne il problema di fondo sia psicologico: inibizioni dovute alla cultura, disagio di coppia, mancanza di empatia con il partner scatenerebbero il “blocco” sessuale. Ecco, quindi, che i medici storcono il naso e rilanciano: se si ha l'intenzione di promuovere il Viagra Rosa, occorre almeno definire un "protocollo terapeutico" per la sua prescrizione da parte degli specialisti (neurologi), eliminando al contempo la possibilità di farlo provare a donne che non hanno alcun tipo di disturbo di ordine organico e che magari come difesa potrebbero proprio sviluppare effetti collaterali.

Commenta Stampa
di Ornella d'Anna
Riproduzione riservata ©