Cyber, scienza e gossip / Internet

Commenta Stampa

Francia: nuova legge contro il peer-to-peer


Francia: nuova legge contro il peer-to-peer
10/07/2009, 17:07

Il Presidente francese Nicholas Sarkhozy sembra averne fatto un fatto personale, della legge contro il peer-to-peer. E così, dopo la bocciatura della prima legge, ne ha presentato una versione modificata, per cercare di recepire i rilievi del Consiglio Costituzionale francese. Rimane il meccanismo dei due avvertimenti (solo alla terza volta che uno viene sorpreso a scaricare file viene punito), ma a punire sarà l'autorità giudiziaria ordinaria e non più, come nella prima versione, un organismo amministrativo creato ad hoc. Il Giudice potrà condannare il colpevole ad una pena fino ad un anno di sospensione dell'accesso ad Internet, fino a 300 mila euro di multa o fino a 2 anni di prigione. Punito anche l'intestatario del contratto sulla linea ADSL, se diverso da colui che scarica i file: fino a 1500 euro di multa e ad un mese di sospensione  dell'abbonamento ADSL. Sanzione di 1500 euro anche per il provider che non ottemperi all'ordine dell'autorità giudiziaria.
Con queste norme si spera di sfuggire alla ghigliottina del Consiglio Costituzionale, anche se resta il problema tra il reato e la sproporzione della pena (due anni di reclusione per aver scaricato qualche file è esagerato) e inoltre si corre il rischio di sovraccaricare i tribunali di processetti, visto che in Francia coloro che usano i programmi P2P non sono pochi.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©