Cyber, scienza e gossip / Gossip

Commenta Stampa

La cantautrice si confessa al settimanale Chi

Gerardina Trovato: “ Mi sono finta lesbica per soldi”


Gerardina Trovato: “ Mi sono finta lesbica per soldi”
23/05/2012, 21:05

Certamente in molti si ricorderanno di Gerardina Trovato, figura giovane e trasgressiva ma oggi, a distanza di diversi anni, confessa di essersi ‘snaturata’ per colpa dei soldi ma ora la cantautrice 45enne dichiara di aver finalmente ritrovato se stessa. Durante le sue prime apparizioni, si presentava sul palco con i capelli rasati a zero oggi invece è una donna completamente diversa, con bei capelli lunghi e ricci ed è al settimanale Chi che rilascia una rivelazione shock: “Ero magra, bella. Mi spediscono a Sanremo. Tutti pensano che io sia lesbica ed io sto al gioco. Mi dissero: “ Vendiamo più dischi. Non smentire”. Fu la mia rovina, mi snaturai per dio denaro”.
Non è la sua finta sessualità a darle problemi, bensì il gioco di ruoli, pericoloso, nel quale si è andata a cacciare:“L’amore malato di una donna, la mia assistente, mi ha rovinato la vita. Mi sentivo in trappola e non riuscivo a liberarmi. Mi auguravo che quella donna morisse per poter tornare a vivere. Lei, lesbica dichiarata, si mise in testa di voler cambiare la mia sessualità. Ero in trappola. Cambiavo un uomo al mese, ma per il pubblico tacevo e glissavo sulla mia presunta bisessualità”.
Le persone di cui Gerardina si attornia nella sua carriera segnano il suo percorso professionale: gli inizi la vedono scendere al compromesso della sessualità per il successo, quel compromesso le rovina la vita con l’assistente che si innamora di lei e la maschera del ruolo che è costretta a giocare diventa pesante, portandola a vivere di nascosto le sue storie. Inizialmente la accompagnano orchestrali professionali e poi pian piano il successo si assopisce e i collaboratori non son più quelli di un tempo: il reality potrebbe risollevarla, ma è solo un ulteriore sfruttamento del suo personaggio e non dell’artista che fu fino a quando arriva nella vita della Trovato Alessandro Casadei:
“Sì, Alessandro, nonché mio manager e produttore. Insomma, è il mio tutto. Ci siamo innamorati subito. Ho preso i miei vestiti e mi sono trasferita a Verona, da lui. Oggi sono passati quattro anni, stiamo ancora insieme e abbiamo un progetto: fare un docufilm sulla mia vita”.
Alessandro è la certezza che fa crollare le incertezze e Gerardina riprende a girare l’Italia con i suoi concerti riscontrando un buon successo di pubblico, nel 2009 intraprende la scrittura della sua autobiografia e nasce l’idea di un film sulla sua vita, sulla sua carriera e sulle tappe più significative di questo percorso tutto in salita che vede ora la cantautrice respirare e ripartire da sè stessa, la “ritrovata” Gerardina Trovato, senza appellativi, senza etichette e senza compromessi.

Commenta Stampa
di Erika Noschese
Riproduzione riservata ©