Cyber, scienza e gossip / Religione

Commenta Stampa

Ai giovani dice: “Non perdete mai la speranza”

Gmg, il Papa nelle favela: “Reagite a ingiustizie”


Gmg, il Papa nelle favela: “Reagite a ingiustizie”
25/07/2013, 21:12

''Non possiamo rimanere rinchiusi se non usciamo siamo una Ong, e la Chiesa non può essere una Ong. Che ci scusino i vescovi e i preti se vi do questo consiglio''. Sono le parole di papa Francesco che – nella cattedrale di Rio – ha parlato ai giovani.  
''Mi dispiace che stiate qui ingabbiati - ha detto il Papa  - vi devo confessare che qualche volta mi sento ingabbiato anche io''.
Il Pontefice è arrivato alla 'favela' Varginha, a Manguinhos, nella zona nord di Rio de Janeiro, dove ha svolto una breve omelia nella cappella Sao Jeronimo Emilliani. Centinaia i residenti che – incuranti della pioggia – hanno atteso l’arrivo di Bergoglio, accogliendolo con gioia e il Papa ha salutato le persone, muovendosi – tra l’altro – senza ombrello nonostante la pioggia incessante.
''E' importante saper accogliere, è ancora più bello di qualsiasi abbellimento o decorazione'', ha dichiarato ancora il Santo Padre, nel corso della visita alla favela  Varginha.
Il Papa rivolge poi un appello a non essere "insensibili alle diseguaglianze sociali" e a "chi possiede più risorse, alle autorità pubbliche e agli uomini di buona volontà impegnati per la giustizia sociale", per un "mondo più giusto e solidale".
"Non scoraggiatevi mai nonostante la corruzione da persone che, invece di cercare il bene comune, cercano il proprio interesse", ha detto Francesco Bergoglio, rivolgendosi ai giovani. "Non perdete la 'speranza. La realtà può cambiare, l'uomo può cambiare, cercate per primi il bene comune".
Intanto, l’amministrazione comunale carioca rende noto che – per l’incontro tra il Papa e i giovani partecipanti della Giornata mondiale della gioventù sono attese circa un milione e mezzo di persone. La pioggia battente non accenna a placarsi eppure sono tanti i fedeli che – sfidando il maltempo - si stanno recando verso il mega-palco allestito per ricevere il pontefice. L'inizio della ''cerimonia di accoglienza'' è previsto intorno alle 18 locali (le 23 italiane) per concludersi due ore dopo. Si tratta forse dell'appuntamento più atteso dai giovani fedeli, che potranno avere il primo vero contatto direttamente con Bergoglio, dall'inizio della Gmg. Domani, inoltre, sempre sul lungomare di Copacabana ci sarà l'inscenazione della Via Crucis: in 900 metri di percorso sono state montate le 14 stazioni, per rievocare ogni momento della Passione di Cristo. 

Commenta Stampa
di Erika Noschese
Riproduzione riservata ©