Cyber, scienza e gossip / Internet

Commenta Stampa

Compleanno del motore di ricerca più cliccato al mondo

Google compie 12 anni


Google compie 12 anni
27/09/2010, 16:09

Tutto nacque il 27 settembre del 1998 in un garage di una villetta al 232 di Santa Margarita Ave a Menlo Park in California, dall’idea di Larry Page e Sergey Brin, due giovani dell’università di Stanford.
Larry e Sergey non avevano solo la passione per la matematica ma anche per le sfide. La loro “mission impossible” era di trovare un modo per catalogare tutte le informazioni presenti in internet e renderle rapidamente e facilmente disponibili a tutti gli utenti. Ovviamente farlo al meglio di quanto già facessero allora Yahoo, Altavista, Infoseek e altri motori di ricerca.
Poco dopo la fondazione dell’azienda, per mancanza dei fondi necessari per l’acquisto di nuovi PC, cercarono di rivendere il progetto ad altri motori di ricerca del’epoca, ma da loro ottennero solo rifiuti. Dopo tutti questi rifiuti, i due ragazzi lasciarono l’università per dedicarsi giorno e notte al progetto Google.
Da quel giorno in poi non solo ha conquistato il primo posto tra i motori di ricerca, ma ha allargato i propri interessi coinvolgendo la pubblicità in Internet, le notizie e un'ampia offerta di servizi.
L’innovazione rivoluzionaria che hanno portato avanti Page e Brin, del progetto google, è l’invenzione del “PageRank”, ovvero, un metodo per determinare “l’importanza” di una pagina web.
Mentre i motori esistenti all’epoca, per indicizzare e posizionare i siti web nei loro database, si limitavano a contare le ricorrenze, nel testo delle pagine, dei termini cercati dagli utenti, il loro ragionamento era semplice: se un certo sito è citato e consigliato da molti altri significa che ha dei contenuti interessanti e quindi è giusto farlo vedere prima di altri.
Attualmente Google reperisce e gestisce le informazioni presenti su internet grazie ad una propria rete di oltre 100.000 PC. Una potenza di calcolo che nessun’altra azienda al mondo possiede.
Infatti il nome deriva da Googol, un sostantivo con cui viene indicato un numero intero che rappresenta l’intervallo tra un numero enorme e l’infinito che si rappresenta con il numero 1 seguito da 100 zeri.
Durante questi dodici anni Google ha acquisito nel suo database oltre 6 miliardi di pagine web e ogni giorno i suoi utenti effettuano oltre 200 milioni di ricerche in più di 80 lingue. Attualmente è in atto il più ambizioso dei progetti mai attuati: la digitalizzazione dei volumi di intere biblioteche al fine di rendere il sapere umano alla portata di tutti.

Commenta Stampa
di Fabio Iacolare
Riproduzione riservata ©