Cyber, scienza e gossip / Internet

Commenta Stampa

Un problema di indicizzazione decisamente singolare

Google: digiti "Vatican" ed esce pedofilo.com


Google: digiti 'Vatican' ed esce pedofilo.com
18/07/2010, 17:07

Per ora c'è ancora pochissima chiarezza riguardo al sito www.pedofilo.com; intestato ad un messicano che gestisce la società informatica Guionbajo nel Nuevo Leon, il dominio compariva (fino a ieri) in testa ai risultati di ricerca  di google ogni volta che qualcuno digitava la parola "Vatican". Gli amministratore del motore di ricerca, in circa 24 ore, hanno reso inaccessibile il portale e corretto "l'errore" di indicizzazione ma, al momento, non hanno ancora fornito una spiegazione ufficiale.
Ciò che appare certo è che, chiunque abbia creato il sito, conoscesse benissimo il modo per farlo comparire in vetta alla classifica dei risultati di google. Al momento non è esclusa un'azione di haking ma, come nota anche la Repubblica, andando a verificare nell'archivio del più potente search engine al mondo, si comprende che pedofilo.com era un sito religioso dal nome volutamente provocatorio e ricollegato proprio alla parola "Vatican".
In ogni caso si sospetta che, per far schizzare al primo posto il portale e scavalcare addirittura il portale della santa sede, gli autori abbiano utilizzato la nota tecnica definita di "googlebombing". In pratica, per salire nel ranking di ricerca, spammando la pagina web in questione ovunque possibile e facendo quindi risultare milioni di link ricollegati ad essa. Un tipo di stratagemma che da Google aveva assicurato di aver reso inutile anche se, a quanto sembra, le cose non stanno proprio così.

Commenta Stampa
di Germano Milite
Riproduzione riservata ©