Cyber, scienza e gossip / Internet

Commenta Stampa

Al via il nuovo progetto d'informatizzazione

Google e l'Università di Firenze uniti per migliorare la PA

Nasce il Centro di Competenza Itaca-m

Google e l'Università di Firenze uniti per migliorare la PA
25/01/2011, 21:01

FIRENZE - La prima considerazione che viene in mente è praticamente automatica: speriamo che anche gli altri atenei e le altre strutture della PA italiana prendano esempio. Grazie all'accordo tra l'Università degli Studi di Firenze e Google Italia, è nato infatti il Centro di Competenza Itaca-m (Information Technology And Computer Aided Mapping); vero e proprio fulcro di sviluppo informatico volto a migliorare e velocizzare i servizi offerti dalla Pubblica Amministrazione ai cittadini attraverso lo sviluppo e l'utilizzo di nuove teconologie.
Da Google, arriverà il know how sviluppato nella ricerca delle informazioni (su web e tramite fonti interne) assicurato dall'utilizzo della piattaforma Search Appliance. In aggiunta, grazie alle versioni professionali di Earth e Maps.
si potrà fare affidamento anche sulle competenze acquisite nel campo della geolocalizzazione.
Come ha spiegato il Country Manager Italia Luca Giuratrabocchetta, l'unione tra Università fiorentina e google italia è nata con l'auspicio di "fare sistema tra pubblico e privato"; favorendo cioè l'interazione tra i giovani ricercatori accademici impegnati nei lavoratori ed i dipendenti del più noto e potente motore di ricerca internettiano del mondo.
L'esperienza di google, fusa con le esigenze e le idee di studenti e ricercatori che studiano e lavorano nella PA, dovrebbero quindi favorire un fruttuoso e prezioso scambio di informazioni e, come i titolari dell'accordo si augurano, lo sviluppo di nuove tecnologie per l'informatizzazioni in grado di garantire maggiore efficienza, rapidità e trasparenza ai servizi offerti ai cittadini.
Come si legge anche su Zeusnews, "I primi obiettivi del Centro vanno dall'utilizzo congiunto delle tecnologie di ricerca e geolocalizzazione a supporto di un sistema per il reperimento rapido delle risorse cartografiche alla creazione di un sistema per la ricerca e l'individuazione veloce delle strutture sanitarie sul territorio". In contemporanea, saranno sviluppe nuove teniche e nuovi sistemi per la didattica della geografia insegnata nei diversi gradi d'istruzione (dalle scuole primarie fino alle università). Il tutto accompagnato dalla progettazione e realizzazione di scenari virtuali in tre dimensioni che saranno utili, ad esempio, per lo sviluppo dell'insegnamento e dell'apprendimento dei settori collegati al turisimo ed alla conservazione dei beni culturali.

Commenta Stampa
di Germano Milite
Riproduzione riservata ©