Salute e benessere / Salute

Commenta Stampa

I filler, la nuova tecnica per la cura degli inestetismi del viso se ne è parlato a Castel Morrone


I filler, la nuova tecnica per la cura degli inestetismi del viso se ne è parlato a Castel Morrone
20/02/2012, 09:02


Castel Morrone (Giuseppe Di Fonzo): Un importante convegno medico-scientifico si è tenuto presso la Clinica Odontoiatrica Riello nella giornata di sabato 18 febbraio, un simposio medico che ha trattato la tematica inerente i filler ovvero le tecniche di impianto per l’eliminazione degli inestetismi del viso. Una giornata di studi aperta dal saluto del Presidente dell’Ordine degli Odontoiatri di Caserta dott. Pietro Nuzzo e poi seguita da sessioni di teoria e pratica eseguite dalla relatrice del corso la dott.ssa Rosa Ambrosanio che nel corso dell’intera sessione di studi ha trattato tre pazienti a cui è stata applicata la tecnica del filler tesa alla riduzione degli inestetismi del viso. Tecnica quella dei filler che viene illustrata con dovizia di particolari dal dott. Raffaele Riello titolare della Clinica Odontoiatrica Riello di Castel Morrone che in merito dice “I filler sono materiali che vengono iniettati nel viso al fine di poter riempire rughe o depressioni. Cominciano ad apparire, per porre rimedio agli inestetismi del viso, già alla fine degli anni '60. Fondamentalmente possiamo distinguere due gruppi di prodotti riempitivi, classificati in base alla loro composizione chimica: i filler non permanenti, caratterizzati da un riassorbimento cutaneo più o meno rapido; i filler permanenti che presentano un riassorbimento molto lento o rimangono nei tessuti in modo permanente. Risulta difficile poter definire un filler "ideale"- prosegue il dott. Riello - la varietà di materiali a disposizione permette di avere varie opportunità e varie soluzioni. I filler sotto il profilo di sicurezza sono altamente sicuri, infatti, l’approvazione della FDA ne garantisce gli studi necessari a stabilire l’innocuità del prodotto prima e la sua efficacia poi. L’approvazione sotto forma di marchio CE come equivalente per l’Europa. Gli studi clinici nelle numerose Specializzazioni medico-chirurgiche (chirurgia plastica, medicina estetica, otorinolaringoiatria, chirurgia maxillo-facciale, odontoiatria) confermano la validità delle tesi mediche ed infine la completa biocompatibilità fanno dei filler la tecnica principe per la correzione degli inestetismi del viso.”


Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©