Cyber, scienza e gossip / Motori

Commenta Stampa

Festeggiamenti per il noto marchio di Pontedera

I primi 65 anni della “Vespa”


I primi 65 anni della “Vespa”
02/04/2011, 13:04

Dal 1964 ad oggi, sono stati venduti nel mondo, diciassette milioni di “Vespa”. Ieri, il marchio, ha compiuto 65 anni di attività e per rendere degnamente omaggio al monocilindrico dell’azienda di Pontedera, è previsto per domani, domenica 3 aprile a Roma, un maxi raduno al quale prenderanno parte migliaia di “vespisti’’ da tutta Italia. Un’autentica parata che si snoderà per le vie del centro storico della Capitale, una sorta di festa che questa piccola grande moto dal design inconfondibile certamente merita. Il nome Vespa non ha certo bisogno di presentazioni. Nel 2010 Vespa vende quasi 135 mila unità, contro le 122.000 del 2009 e le cinquantamila del 2003, anno in cui Roberto Colaninno impugna il timone della Piaggio riuscendo a trasformare lo scooter d'Italia in un mezzo globale prodotto nel nostro Paese, in Vietnam e tra poco anche in India. La scelta indiana non è certo casuale, visto che al Mumbai International Auto Show di febbraio l'esposizione della Vespa di Piaggio ha polarizzato l'attenzione generale. L'incontro in Vietnam, nel 2009, è stato ancora più stupefacente visto che il presidente del Paese conosce bene la Vespa e confessa candidamente che da ragazzo è stato meccanico specializzato dello scooter italiano. Vespa PX è un modello che ha fatto storia, come la scelta della Capitale il cui centro storico fa da cornice perfetta del lancio. Passeggiare con la Vespa PX per vicoli e ciottolati della vecchia Roma è come rivivere immagini e sensazioni del film "Vacanze Romane", pellicola capolavoro che ha reso eterne la raffinata e romantica bellezza di Audrey Hepburn e la leggenda Vespa.

Commenta Stampa
di Rosario Scavetta
Riproduzione riservata ©