Cyber, scienza e gossip / Scienza

Commenta Stampa

La ricerca è stata effettuata dall'Università di Berkeley

I tibetani vivono meglio e più a lungo


I tibetani vivono meglio e più a lungo
13/07/2010, 15:07

PECHINO - Il mistero della longevità è nascosto in alta quota. Un gruppo di ricercatori americani, infatti, sostiene che in montagna le persone vivono meglio e più a lungo. L'aria pulita, l'attività fisica quotidiana, l'alimentazione sana donano ai popoli di montagna una migliore vecchiaia rispetto a chi vive nel caos della città. Lo studio dell'Università di Berkeley, pubblicato sulla rivista Science, riguarda in particolare le popolazioni del Tibet che sembra siano geneticamente diverse. Infatti gli abitanti dell'Himalaya, secondo i ricercatori, hanno un Dna differente da quello dei cinesi che vivono in pianura. I tibetani non soffrono del "mal di montagna", cioè dei problemi di salute causati dalla carenza di ossigeno in alta quota: edemi cerebrali, polmonari, attacchi cardiaci e altro. 13 milioni sono le persone caratterizzate da questo particolare Dna e vivono fino a 5 mila metri sopra il livello del mare. Gli studi su queste popolazioni hanno dato il via a nuove ricerche riguardo ad alcune malattie come l'epilessia e la schizofrenia.

Commenta Stampa
di Claudia Peruggini
Riproduzione riservata ©