Cyber, scienza e gossip / Scienza

Commenta Stampa

Tra qualche mese l'esame completo della particella

Il Cern conferma: quello del 2012 è il bosone di Higgs


Il Cern conferma: quello del 2012 è il bosone di Higgs
06/03/2013, 12:18

GINEVRA - La comunità scientifica venne scossa positivamente lo scorso luglio quando dal Cern annunciarono che era stato scoperto il bosone di Higgs, una particella che è considerata il mattone su cui è costruito l'universo. Oggi il Cern conferma: l'esame di tutti i dati raccolti con gli esperimenti fatti con il LHC (l'acceleratore nucleare costruito in Svizzera negli ultimi anni) ha confermato che si tratta della particella cercata. Mancano alcuni dettagli, che saranno studiati e resi noti entro luglio, ma c'è la certezza che sia quella. 
Il bosone di Higgs, chiamata anche "la particella di Dio", venne ipotizzato nel 1964 dal fisico Peter Higgs, ed era il tassello mancante che spiegava cosa devve peso e massa a tutto ciò che ci circonda. Ma finora non era mai stato osservato in un laboratorio, dato che erano necessarie immense quantità di energia per isolarne uno. Per scoprirlo, è stato necessario costruire un acceleratore di particelle in grado di farle viaggiare ad una velocità prossima a quella della luce: facendo scontrare nuclei di atomi a quella velocità, si sono ottenuti dei risultati. 
Contemporaneamente, gli scienziati del Fermilab di Chicago stanno rendendo noti i risultati della loro attività, anche quella finalizzata alla ricerca del bosone di Higgs. Il loro acceleratore però era meno potente di quello del Cern e quindi sono state trovate altre particelle. A settembre 2012 poi l'istituto di ricerca chiuse i battenti, a causa del taglio dei fondi governativi. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©