Cyber, scienza e gossip / Scienza

Commenta Stampa

IL FUMATORE VIVE 4 ANNI IN MENO


IL FUMATORE VIVE 4 ANNI IN MENO
05/06/2008, 13:06

 

Un fumatore maschio di 40 anni ha un'aspettativa di vita inferiore di quasi quattro anni rispetto a chi non tocca tabacco, un valore che si riduce di poco, a 3,6 anni, per le donne. E' quanto emerge da uno studio in Giappone sulle conseguenze a lungo termine del tabagismo, realizzato dal ministero della Salute in collaborazione con alcune università nipponiche. Basato su di un campione di 297.000 persone che avevano tra i 40 e i 79 anni negli anni Novanta, lo studio ha seguito i pazienti per un arco di tempo di circa 10 anni, durante il quale almeno 26.000 di loro sono morti per le conseguenze del fumo. Dai dati registrati è emerso che un fumatore di sesso maschile, arrivato alla soglia dei 40 anni, può aspettarsi di vivere per altri 38,5 anni contro i 42,4 di chi non fuma, una differenza di 3,9 anni a vantaggio di chi non ha il vizio delle 'bionde'. Analoghi risultati sono emersi anche sul versante femminile: una fumatrice di 40 anni ha un'aspettativa di vita di altri 42,5 anni, 3,6 anni in meno delle coetanee non fumatrici. Secondo la ricerca, inoltre, non ci sarebbe un rapporto diretto tra il numero di sigarette fumate quotidianamente e gli anni di vita 'persi', con differenze minime nell'aspettativa di vita tra i fumatori occasionali e gli 'heavy smokers', quelli incalliti. Il Giappone, ex impero del tabagismo, ha da tempo dichiarato guerra al tabacco, approvando negli scorsi anni una serie di leggi che limitano pesantemente il fumo in ambienti pubblici come stazioni ferroviarie e interi quartieri di grandi metropoli. L'ultimo studio ha stimato i fumatori al 26% della popolazione, con un calo costante negli ultimi 12 anni.
Commenta Stampa
di Giancarlo Borriello
Riproduzione riservata ©