Cyber, scienza e gossip / Scienza

Commenta Stampa

Il fumo di cannabis accentua il rischio di ricovero ospedaliero


Il fumo di cannabis accentua il rischio di ricovero ospedaliero
29/03/2010, 15:03

Il fumo di cannabis accentua il rischio di finire all'ospedale. E' l'allarme lanciato oggi dal Dipartimento Politiche Antidroga sulla base degli ultimi dati provenienti dai pronto soccorso che ''sono particolarmente allarmanti, in relazione alla comparsa del Tch (principio attivo della cannabis) a piu' alta percentuale e di cannabinoidi sintetici, quindi piu' dannosi per la salute''. Gia' nella relazione al Parlamento, riferisce il DPA, ''era emerso tra tutti, il dato sull'impiego delle principali sostanze d'abuso evidenziandone un forte incremento. A conferma della pericolosita' dell'uso della cannabis, anche l'Australia, ha deciso di intraprendere un'azione di prevenzione piu' determinata, dopo che uno studio sulla popolazione ha rilevato una crescita del consumo quotidiano con un costante aumento di ricovero in ospedale per problemi cannabis - correlati. Un aumento, che testimonia come ancora oggi, non si sia compreso appieno la pericolosita' dell'uso di tale sostanza''. Il Dipartimento ribadisce ''che la cannabis e' in grado di produrre gravi effetti dannosi sopratutto per il cervello degli adolescenti arrecando gravi patologie psichiche come la schizofrenia, alterazioni importanti della memoria, della capacita' di apprendimento della motivazione ad affrontare e risolvere i problemi della capacita' di autocontrollo e di giudizio, nonche' compromettere le funzioni necessarie per la guida sicura degli autoveicoli e delle moto. Per questo, il Dipartimento continuera' ad utilizzare tutti gli strumenti utili per contrastare la promozione e la diffusione di tutte le droghe''

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©