Cyber, scienza e gossip / Ambiente

Commenta Stampa

Impugnato il provvedimento del Trentino Alto Adige

Il governo dice di no all'abbattimento di lupi e orsi


Il governo dice di no all'abbattimento di lupi e orsi
07/09/2018, 19:17

ROMA - Il Consiglio dei Ministri ha deciso di impugnare le leggi delle province autonome di Trento e di Bolzano, in materia di abbattimento di animali rari, come orsi e lupi. Il MInistro dell'Ambiente Sergio Costa ha specificato che era un atto dovuto, visto che le due province hanno rifiutato di modificare la legge secondo le richieste del governo. 

In realtà, come avviene ogni volta che si parla di questi animali, ci sono due esigenze contrapposte e in mezzo una enorme menzogna. Da una parte ci sono i politici che vogliono i voti della lobby dei cacciatori, molto forte in termini di voti e in termini di finanziamenti. Dall'altra ci sono gli animali, che sono indispensabili alla creazione di un ecosistema sano. In mezzo la menzogna che lupi e orsi farebbero strage di animali allevati, come galline e pecore. In realtà, l'orso non è in grado di mangiare carne di un animale appena ucciso, le sue mandibole non sono abbastanza forti. E il lupo uccide l'indispensabile per sopravvivere. Quando ci sono più animali uccisi, di solito è a causa di un branco di cani randagi. Ma non ci sono risarcimenti dello Stato per chi ha le galline uccise da cani randagi. Meglio accusare lupi e orsi, così si incassano grosse cifre. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©