Cyber, scienza e gossip / Gossip

Commenta Stampa

Emma voleva sposarsi lui era titubante

Il padre di Stefano De Martino spiega perché il figlio ha lasciato Emma


Il padre di Stefano De Martino spiega perché il figlio ha lasciato Emma
15/05/2012, 20:05

È giunta l’ora dei chiarimenti per quanto riguarda la fine della storia d'amore tra il ballerino napoletano Stefano De Martino e la cantante Emma Marrone. A mettere i cosiddetti puntini sulle i ci pensa il padre del ballerino del programma televisivo Amici che a DiPiù spiega i motivi che avrebbero indotto il ventiduenne napoletano a rompere la relazione con Emma Marrone. Il motivo principale sarebbe da ritrovare nella divergenza di opinioni sul futuro con l’ormai compagna.
Stando alle dichiarazioni del padre di Stefano, Emma era determinata a sposarsi, mentre il ballerino era molto più titubante. E così alla fine il ballerino si sarebbe preso paura e avrebbe fatto un mezzo passo indietro. “Emma era decisa a sposarsi - ha rivelato il padre di Stefano De Martino - mentre mio figlio non si sentiva ancora pronto ad un passo così importante”.
Forse perché il ventiduenne è ancora molto concentrato sulla sua carriera. Il padre aggiunge: “Stefano ha fatto tanta fatica per affermarsi e magari pensava che il matrimonio gli avrebbe potuto mettere addosso una serie di responsabilità che lo avrebbero distolto dal lavoro“. Poi, il destino avrebbe fatto il resto: “Proprio mentre era pieno di dubbi, ha incontrato Belen e, diciamo così, ha trovato il coraggio di dare una svolta alla sua vita“, rivela il padre di Stefano.
 
Ecco spiegati, dunque, i motivi della tanto chiacchierata rottura tra lui ed Emma Marrone. Il padre del ballerino rivolge poi un pensiero ad Emma: “Forse avrebbe potuto gestire meglio le cose con lei, parlare prima di mettersi insieme a Belen Rodriguez ma bisogna sempre ricordarsi che Stefano è un ragazzo giovane, di appena ventidue anni e non sempre è facile a quell’età e in quell’ambiente gestire certe situazioni“.

Commenta Stampa
di Erika Noschese
Riproduzione riservata ©