Cyber, scienza e gossip / Internet

Commenta Stampa

La base sembra essere nell'Est Europa

Il più grande attacco hacker del mondo: colpite 2500 aziende in 196 Paesi


Il più grande attacco hacker del mondo: colpite 2500 aziende in 196 Paesi
18/02/2010, 10:02

E' stato probabilmente il più grande attacco hacker della storia: oltre 2500 aziende infiltrate, migliaia di caselle di posta elettronica controllate, per una operazione che è andata avanti oltre 15 mesi. Il primo a scoprire l'esistenza di questo attacco è stato Alex Cox, un ingegnere di NetWitness, una azienda che si occupa di sicurezza informatica. Il quale è inciampato per caso in un "Kneber bot", cioè un sistema complesso (almeno 20 server ed un PC) usato per creare un centro di controllo. Indagini elettroniche successive hanno localizzato questo centro in Germania, ma controllato dall'Est Europa. Tracciando questo sistema, si è scoperto che si utilizzava per lo più un noto spyware (un subdolo programma che spia le attività di un PC, ndr), per intrufolarsi in e-mail, e per procurarsi dati aziendali, dati su carte di credito e molto altro. Spesso si usava l'ingenuità degli utenti per convincerli a scaricare questi spyware, magari nascosti in altri file.
Sono stati infettati computer in 196 Paesi del mondo, soprattutto negli USA, in Arabia Saudita, Messico, ecc. In particolare sono state infettati reti di società come la Merckx - casa farmaceutica che ha confermato di avere subito l'attacco - o la Paramount Pictures - casa cinematografica che invece non ha rilasciato dichiarazioni in merito - ma la rete si è infiltrata anche nelle e-mail di soldati anche se finora non risultano allarmi intrusione nelle reti informatiche dei militari

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©