Cyber, scienza e gossip / Scienza

Commenta Stampa

Lo afferma una ricerca britannica

Il sesso precoce raddoppia il rischio di cancro alla cervice


Il sesso precoce raddoppia il rischio di cancro alla cervice
21/12/2009, 21:12

LONDRA - Praticare attività sessuale da giovanissime aumenta il rischio di tumore alla cervice uterina. A rivelarlo è uno studio pubblicato dal “British Journal of Cancer”, un’indagine condotta su circa 20 mila donne. Secondo gli esperti britannici, i rischi sarebbero maggiori perché il virus Hpv, principale responsabile del tumore, avrebbe a disposizione un maggior numero di anni per produrre danni in caso di infezione. I risultati della ricerca, realizzata dall’International for Research on Cancer, non riguardano solo le teenager, ma evidenziano che il rischio di cancro della cervice è maggiore anche nelle donne che hanno avuto il primo rapporto sessuale a 20 anni rispetto a quelle che hanno vissuto la loro prima volta a 25. Altro elemento significativo preso in considerazione dai ricercatori è il reddito, dal momento che è noto che l’incidenza del cancro della cervice è più alta tra le meno abbienti, perché in media fanno sesso prima, rispetto alle loro coetanee benestanti. Un divario fin ora motivato dalla scarsa attenzione ai test per stanare la malattia tra le classi socialipiù indigenti. Secondo la ricerca britannica, invece, il fattore da tener presente è legato all’età, cioè a quanti anni si inizia a far sesso.  Fattori non trascurabili, secondo la ricerca, anche l’età della prima maternità e solo parzialmente il fatto di fare il Pap-test. Nessun nesso tra il rischio di contrarre il tumore e il numero di partner avuti o il fumo.

Commenta Stampa
di Antonella Losapio
Riproduzione riservata ©