Cyber, scienza e gossip / Scienza

Commenta Stampa

L'esplosione si è espansa per 50.000 anni luce

Il telescopio FERMI scopre un buco nero al centro della Galassia


Il telescopio FERMI scopre un buco nero al centro della Galassia
15/11/2010, 09:11

Il telescopio spaziale rilevatore di raggi gamma della NASA, FERMI, ha scoperto una struttura mai vista prima d’ora al centro della via Lattea. L’oggetto si espande per 50 mila anni luce e molto probabilmente si tratterebbe delle rimanenze di una eruzione di un gigantesco buco nero presente al centro della nostra galassia. “quello che vediamo sono due raggi gamma che si espandono l’uno verso Nord e l’altro verso Sud dal centro della galassia” così ha esordito Doug Finkbeiner, l’astronomo autore di questa scoperta, che però ha ammesso di ignorare ancora l’origine di questa intensa attività che dovrebbe risalire ad alcuni milioni di anni fa. I due pennacchi si estendono dalla costellazione di della Vergine a quella di Grus. Il telescopio FERMI si dimostra ancora una volta sorprendente vista la sua particolarità di riconoscere gli oggetti in base alle loro emissioni di raggi gamma che rappresentano la forma di luce più intensa presente nello spazi, permettendo così di rilevare immagini nitide nonostante la presenza di nebbia dovuta dai residui particellari. Gli scienziati non sono ancora in grado di riconoscere le origini di questa straordinaria scoperta, anche se dovrebbe essere riconducibile ad un esplosione che ha rilasciato una enorme quantità di energia proprio come accade quando esplodono i buchi neri supermassicci nelle altre galassie.

Commenta Stampa
di Livio Varriale
Riproduzione riservata ©