Cyber, scienza e gossip / Motori

Commenta Stampa

Il Tour Renault Z.E. fa tappa in tre città italiane: Milano, Firenze e Roma


Il Tour Renault Z.E. fa tappa in tre città italiane: Milano, Firenze e Roma
14/10/2011, 16:10

Alla vigilia del lancio sul mercato di una gamma completa di veicoli 100% elettrici, il Tour Renault Z.E. fa tappa in Italia in tre fra le più belle città: Milano (in piazza Duomo dal 10 al 12 ottobre), Firenze (al Loft dal 15 al 17 ottobre) e Roma (all’Ara Pacis dal 20 al 23 ottobre).
In queste tre suggestive tappe sarà possibile effettuare, in anteprima esclusiva, i test-drive di Renault Fluence Z.E. e di Renault Kangoo Z.E. Per la prima volta, oltre agli invitati, le prove saranno aperte al grande pubblico, che potrà prenotarsi sul sito www.renault.it.
 Workshop tematici accompagneranno i partecipanti alla scoperta della mobilità elettrica firmata “Renault Z.E.”: in particolare, sarà possibile approfondire i dettagli sulla gamma, il modello di business “One Stop Shopping”, le modalità di ricarica, l’autonomia, l’innovativa gamma di servizi on line ed il progetto pilota E-Moving.
 Il Tour Renault Z.E. di Milano, Firenze e Roma è la tappa italiana di un Tour che in 7 mesi toccherà 11 Paesi in Europa, permettendo al pubblico di provare, in anteprima, l’esperienza ed il piacere di guida dei veicoli elettrici Renault.
 La mobilità elettrica Renault è pronta a diventare realtà e ad impegnarsi per uno sviluppo diffuso dei veicoli a zero emissioni: una gamma completa di quattro veicoli elettrici a breve disponibili sul mercato, un’organizzazione di vendita ed assistenza presso l’intera Rete di Concessionarie Renault, l’innovativa logica del “One Stop Shopping” , cioè la possibilità di risolvere presso la Rete Renault tutte le esigenze per accedere agevolmente alle infrastrutture di ricarica domestica e ad ogni servizio utile al Cliente.
 La strategia Renault Z.E. ben risponde alle attese del mercato ed alla crescente sensibilità delle amministrazioni, testimoniata da una proposta di legge che si appresta ad essere discussa in Parlamento per un piano a favore di uno sviluppo della mobilità elettrica, alla stregua dei piani già varati da numerosi governi europei.
IL TOUR RENAULT Z.E.
Unico costruttore a proporre, sin dal 2012, una gamma completa di quattro veicoli 100% elettrici a zero emissioni, alla vigilia del lancio del primo di essi, Renault dà avvio ad un Tour che toccherà nel mese di ottobre tre città italiane:
- Milano: dal 10 al 12 ottobre in piazza Duomo
- Firenze: dal 15 al 17 ottobre al Loft, in piazza del Carmine
- Roma: dal 20 al 23 ottobre all’Ara Pacis sul Lungotevere in Augusta.
Si tratta della tappa italiana di un Tour che in 7 mesi toccherà 11 Paesi in Europa: Portogallo, Spagna, Francia, Italia, Germania, Gran Bretagna, Irlanda, Belgio, Paesi Bassi, Austria e Svizzera.
In occasione di tale iniziativa, Renault mette a disposizione dei partecipanti, sei veicoli elettrici: 3 Fluence Z.E. e 3 Kangoo Z.E., per esclusivi test-drive su strada e in città, in condizioni reali di utilizzo. Oltre alla lista di invitati, anche il grande pubblico potrà prenotare la sua prova sul sito www.renault.it e, in caso di disponibilità, le prove potranno essere inoltre estese al pubblico senza prenotazione.
I workshop tematici, destinati ad un obiettivo d’informazione ed approfondimento, permetteranno di scoprire il mondo della mobilità elettrica Renault Z.E.: la gamma, il modello di business “One Stop Shopping”, le modalità di ricarica, l’autonomia, l’innovativa gamma di servizi ed il progetto pilota E-Moving.
I VEICOLI IN PROVA
Renault Fluence Z.E.
È una berlina raffinata del segmento C, che consente di trasportare comodamente 5 persone e dimostra che seduzione, comfort e spazio sono concetti perfettamente compatibili con il rispetto dell’ambiente. Con una lunghezza di 4,75 m, una larghezza di 1,81 m e proporzioni gradevoli, Fluence Z.E. si caratterizza come modello distintivo ed elegante. Equipaggiata con una motorizzazione elettrica da 70 kW, eroga una coppia di 226 Nm.
È prodotta a Bursa, in Turchia, e sarà disponibile sul mercato italiano dall’inizio del 2012, ad un prezzo di 28.200 euro (IVA inclusa) + un canone di noleggio della batteria di 82 € al mese (IVA inclusa) - 10.000 km / anno per 3 anni, assistenza alla mobilità inclusa.
Renault Kangoo Z.E.
È una furgonetta elettrica, destinata a flotte ed operatori professionali, lunga 4,2 m ed equipaggiata con una motorizzazione elettrica da 44 kW, che eroga una coppia di 226 Nm. È derivata da Renault Kangoo Express, già disponibile in versione termica, di cui ripropone i riconosciuti standard di comfort, abitabilità e sicurezza, unitamente a quella praticità e funzionalità che la rendono ideale per il trasporto delle merci in ambito urbano e quindi per le consegne o gli interventi di prossimità, grazie ad una capacità di carico da 3 a 3,5 m3 (650 kg). Kangoo Z.E. è disponibile anche in versione Maxi (a 2 o a 5 posti), più lunga di 40 cm rispetto alla versione normale L1 e con un volume di carico fino a 4,6 m3.
È prodotta a Maubeuge, in Francia, e sarà disponibile sul mercato italiano da fine 2011, ad un prezzo a partire da 20.000 euro (IVA esclusa) + un canone di noleggio della batteria di 75 € / mese (IVA esclusa) - 15.000 km / anno per 4 anni, assistenza alla mobilità inclusa.
RENAULT E LA MOBILITÀ A ZERO EMISSIONI
Renault è il costruttore automobilistico che per primo ha avviato un programma industriale orientato allo sviluppo e alla commercializzazione di massa dell’auto elettrica, mettendo in campo investimenti per 4 miliardi di euro.
La gamma Renault Z.E.
Elemento distintivo del programma Renault Z.E. è l’introduzione sul mercato fra il 2011 e il 2012 di una gamma completa di 4 modelli 100% elettrici, adatti a rispondere alle più varie esigenze di utilizzo privato e professionale:
1) la furgonetta Kangoo Z.E. (sul mercato da fine 2011), ideale per il trasporto merci in città.
2) l’innovativa Urban Crosser Twizy (disponibile da inizio 2012),
3) la grande berlina Fluence Z.E. (da inizio 2012),
4) la berlina compatta Zoe (dal secondo semestre 2012).
Le performance su strada sono comparabili a quelle dei veicoli con alimentazione tradizionale. Accelerazioni ancora più lineari, comfort e silenziosità sono le caratteristiche che fanno della gamma Renault Z.E. una soluzione di mobilità vera, senza compromessi.
Le batterie agli ioni di litio offriranno ai veicoli Renault Z.E. un’autonomia media di oltre 185 km per Fluence Z.E., 170 km per Kangoo Z.E. e 100 km per Twizy. Un’autonomia in linea con le esigenze di mobilità urbana, se si considera che l’87% degli automobilisti europei percorre meno di 60 km al giorno.
Quello su cui Renault si sta impegnando è un nuovo paradigma di mobilità urbana sostenibile: rendere l’auto elettrica una soluzione disponibile, conveniente ed allettante per il più ampio numero di automobilisti. In questa prospettiva, Renault propone i veicoli elettrici a prezzi accessibili ed introduce l’inedita formula del noleggio della batteria.
Sul sito www.renault-ze.com, è già possibile effettuare in anticipo una riserva di Fluence Z.E., Kangoo Z.E. e Twizy.
Tenuto conto che il costo dell’elettricità è più basso di quello dei carburanti fossili, il costo per alimentare il veicolo sarà sensibilmente inferiore rispetto a quello di un veicolo a motore a scoppio.
A questi benefici occorre aggiungere, inoltre, la sensibile riduzione dei costi di manutenzione legati all’assenza, nel motore elettrico, di componenti soggetti a periodica revisione e sostituzione (olio, filtri, candele, bobine, ecc…).
++FLUENCE Z.E.28 200€IVA inclusaKANGOO Z.E.20 000 €KANGOO MAXI Z.E. 2 POSTI21 200 €KANGOO MAXI Z.E. 5 POSTI22 000 €IVA esclusaNoleggiobatteria82 €/ mIVA inclusa10.000 km / annox 3 anniassistenzaalla mobilitàinclusaNoleggiobatteria75 €/ mIVA esclusa15.000 km / annox 4 anniassistenzaalla mobilitàinclusaN.B. I prezzidi Zoe non sono ancoradisponibili+TWIZYa partireda 6 990€IVA inclusaNoleggiobatteria50 €/ mIVA inclusa7.500 km / annox 3 anniassistenzaalla mobilitàinclusa+mobilitàinclusa
Le modalità di ricarica
Semplice da utilizzare, la Wall-Box è il dispositivo indispensabile per la ricarica standard a domicilio. Per facilitarne l’installazione, che deve essere eseguita da un elettricista autorizzato, Renault si occupa di mettere in contatto i clienti con professionisti di aziende partner, come Enel o Schneider Electric in Italia.
I principali vantaggi di questa presa murale sono la velocità di carica, la conformità alle norme, l’ergonomia e la possibilità di comunicare in alcuni casi con la rete elettrica, per beneficiare delle tariffe più convenienti, di notte o nelle fasce orarie più convenienti. La batteria è completamente ricaricata in 6-8 ore.
Per una ricarica occasionale, più lenta (10 ore), Renault propone tra gli accessori un cavo di ricarica che si collega ad una presa domestica da 220 V.
Nel caso di Twizy, è possibile eseguire la ricarica in 3 ore e 30 minuti, collegando il cavo integrato nel veicolo ad una presa domestica da 220 V.
Gli accordi stipulati con le società energetiche permetteranno alla Rete di vendita Renault di offrire al cliente le diverse modalità di abbonamento per l’accesso alla rete pubblica di infrastrutture di ricarica.
Nell’ottica di assicurare piena autonomia di percorrenza ai veicoli, Renault collabora con istituzioni, amministrazioni locali, società elettriche, per contribuire allo sviluppo di una rete di punti di ricarica su tutto il territorio, su suolo pubblico e privato. A partire dal lancio di Renault Zoe nel 2012, e successivamente anche su Renault Fluence Z.E. e Renault Kangoo Z.E., mediante tali colonnine di ricarica, sarà possibile effettuare anche una ricarica rapida dei veicoli, recuperando in tal modo 50 km di autonomia in meno di 10 minuti o l’80% dell’autonomia totale in 30 minuti.
In Israele e Danimarca, in partnership con Better Place, e successivamente in altri Paesi, Renault sperimenterà anche un sistema di “ricarica istantanea” (o Sistema Quickdrop) brevettato da Renault stessa. Tale sistema permette la sostituzione della batteria scarica con una carica in soli 3 minuti in apposite stazioni abilitate alla sostituzione della batteria.
I veicoli elettrici Renault saranno equipaggiati con un navigatore intelligente Carminat TomTom® Z.E. Live che indicherà costantemente l’autonomia della batteria, il raggio d’azione coperto dall’autonomia della batteria e la localizzazione della più vicina stazione di ricarica o di sostituzione delle batterie.
Le partnership
Renault basa il proprio obiettivo di sviluppo di massa della mobilità elettrica a zero emissioni sulla collaborazione con Governi, amministrazioni locali e società energetiche, che hanno tutti un ruolo determinante nel creare le condizioni strutturali, economiche ed operative di sviluppo della mobilità elettrica. A tutt’oggi, l’Alleanza Renault-Nissan ha sottoscritto oltre 100 accordi, destinati a preparare i mercati e le infrastrutture per una commercializzazione di massa dei veicoli elettrici a partire dal 2011.
Anche in Italia, Renault è impegnata nella collaborazione con le principali amministrazioni comunali e compagnie elettriche, nella prospettiva di realizzare progetti congiunti per la mobilità a zero emissioni, promuovere i veicoli elettrici e sviluppare le idonee infrastrutture. In tale ambito, rientrano gli accordi sottoscritti da Renault con tre fra i principali operatori energetici in Italia, Enel, Hera e A2A, ed il progetto pilota E-Moving in corso nelle città di Milano e Brescia.
LA RETE RENAULT E L’INNOVATIVA LOGICA DEL “ONE STOP SHOPPING”
In concomitanza con la commercializzazione della gamma Renault Z.E., entro i primi mesi del 2012, l’intera Rete di Concessionarie Renault sarà “Expert Renault Z.E.”, cioè formata ed organizzata per garantire in maniera capillare e funzionale la vendita dei veicoli e dei servizi ad essa collegati, la manutenzione e la riparazione dei veicoli Renault Z.E.
Fin dalla sua prima tappa in concessionaria, il cliente potrà contare su una risposta a tutte le sue esigenze, grazie all’innovativa formula del “one stop shopping”, che gli permetterà di accedere agevolmente all’acquisto o al noleggio dell’auto, al noleggio della batteria, all’eventuale finanziamento dell’auto, all’assicurazione, all’eventuale contratto di fornitura di energia elettrica e addirittura alla scelta della soluzione più adatta per l’installazione della Wall-Box per la ricarica a domicilio in completa autonomia e sicurezza, grazie alle partnership stipulate da Renault in Italia con Enel e con Schneider Electric.
AUTOMOBILISTI ED ISTITUZIONI VERSO LA MOBILITÀ ELETTRICA
L’auto elettrica è sempre più identificata dalla gente come la soluzione di mobilità ideale del prossimo futuro.
Secondo un’indagine compiuta dal mensile Espansione a giugno 2011, il 51,7% del campione identifica nelle auto elettriche ed ibride la tecnologia migliore per l’auto di domani e il 63,3% esprime il desiderio di possederne una, in virtù prevalentemente della sua eco-compatibilità e della sua economicità d’utilizzo. Coerentemente, secondo il Global e-Vehicles Survey realizzato da Deloitte (marzo 2011) in collaborazione con Unindustria e Assolombarda, il 74% degli automobilisti italiani, ossia 4 su 5, sarebbero oggi orientati all’acquisto di un’auto elettrica.
Emerge la fotografia di un automobilista italiano interessato a nuove forme di mobilità tecnologicamente innovative ed eco-compatibili e consapevole, al tempo stesso, del ruolo determinante svolto dalle Case automobilistiche e dalle istituzioni nel predisporre le condizioni indispensabili al successo della mobilità elettrica.
E la politica? Una proposta di legge bi-partisan (“Disposizioni per favorire lo sviluppo della mobilità mediante veicoli che non producono emissioni di anidride carbonica” degli on. Lulli, Ghiglia e Scalera), elaborata dalle Commissioni riunite della Camera IX (Trasporti, poste e telecomunicazioni) e X (Attività produttive, commercio e turismo), si appresta ad essere discussa in Parlamento. Fra gli interventi in esso previsti: incentivi all’acquisto di veicoli elettrici per un importo di 5.000 euro a scalare negli anni successivi, finanziamenti per la realizzazione delle infrastrutture di ricarica, obbligo per i nuovi edifici di prevedere dei punti di ricarica per veicoli elettrici, e agevolazioni fiscali.
Un primo passo per dare avvio ad un programma strutturato per lo sviluppo della mobilità a zero emissioni anche in Italia, alla stregua dell’esperienza di altri governi europei che hanno già varato piani a favore della mobilità elettrica.
* L’utilizzo dell’espressione “zero emissioni” nel presente documento, ogni volta che ricorre, è da intendersi solo in fase di utilizzo del veicolo.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©