Cyber, scienza e gossip / Gossip

Commenta Stampa

Condannato a cinque anni per spaccio di stupefacenti

In carcere il figlio di Michael Douglas


In carcere il figlio di Michael Douglas
21/04/2010, 16:04

NEW YORK – Buon sangue non mente. Dopo i problemi di dipendenza dal sesso del padre, adesso un altro Douglas è finito nei guai. Si tratta di Cameron, trentunenne figlio del noto attore hollywoodiano, condannato a cinque anni di carcere per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti.
La vicenda risale allo scorso anno: il primogenito del premio Oscar fu fermato al Gransevoort Hotel di Manhattan, nella stanza aveva un ingente quantitativo di metanfetamine e cocaina. Dopo un primo anno di carcere, nel gennaio scorso egli stesso si è dichiarato colpevole per tutti i capi d’imputazione ed ha anche ammesso la sua dipendenza. Adesso, la sentenza definitiva, che lo condanna a cinque anni. Dopo la confessione del giovane, Michael Douglas ha scritto una lunga lettera al giudice che segue il caso chiedendo indulgenza e spiegando che il figlio combatte contro l’eroina da quando aveva appena 13 anni. Nel messaggio, l’attore sottolinea anche quanto sia difficile fare parte di una famiglia nota al pubblico e quanto lungo sia, in questi casi, il processo interiore per ritrovare la propria identità”.
Attualmente Cameron sta collaborando con gli agenti dell’U.S.Drug Enforcement Administration che stanno seguendo altri casi.

Commenta Stampa
di Ornella d'Anna
Riproduzione riservata ©