Salute e benessere / Salute

Commenta Stampa

Uno studio rivela che le italiane prendono tardi maternità

In Italia si diventa madri oltre i 35 anni

Aumenta la frequenza dei parti cesarei

In Italia si diventa madri oltre i 35 anni
27/05/2013, 17:10

Roma – In Italia si diventa madri più tardi rispetto alle madri di altri paesi europei. Lo evidenzia il secondo Rapporto sulla Salute Perinatale in Europa, presentato oggi, che sottolinea come nel nostro Paese oltre 1 mamma su 3 abbia oltre i 35 anni di età. Nel documento si legge che le nascite da madri di età maggiore di 35 anni variano dal 10.9% in Romania a 34.7% in Italia. Dopo le italiane vengono le spagnole con 29,5%, e le irlandesi (27,9%). Invece, quelle prima dei 20 anni sono in generale inferiori al 2% (1.4% in Italia), ma ci sono Paesi dove superano il 5% (Regno Unito, Malta, Slovacchia e Romania).

Il Rapporto, che ha analizzato i contesti di 29 Paesi europei, di trenta indicatori chiave raggruppati in 4 aree principali - Salute feto-neonatale e del bambino, Salute materna, Caratteristiche delle popolazioni e distribuzione dei fattori di rischio, assistenza sanitaria - per l'Italia, e' stato coordinato dall'U.O. di Epidemiologia dell'Ospedale Pediatrico Bambino Gesu' di Roma, in collaborazione con il Ministero della Salute e l' ISTAT.
I dati inoltre segnalano la crescita di nascite con parto cesareo, che varia da meno del 20% di tutti i parti in Olanda, Slovenia, Finlandia Svezia, Islanda e Norvegia. Alto il tasso dell'Italia che si attesta con oltre il 38% al secondo posto, dietro solo a Cipro, dove ben il 52.2% dei parti avviene per cesareo. Dopo l'Italia, la Romania con percentuali del 36.9%, il Portogallo con 36.3%.

 

Commenta Stampa
di Felice Massimo de Falco
Riproduzione riservata ©