Salute e benessere / Salute

Commenta Stampa

I dati ufficiali preoccupano la stessa AIFA

Influenza AH1N1: le reazioni allergiche sono superiori all'1 per mille


Influenza AH1N1: le reazioni allergiche sono superiori all'1 per mille
14/02/2010, 09:02

Una volta che le società farmaceutiche hanno incassato i soldi per i falsi vaccini per la innocua pandemia di influenza suina, la notizia è sparita dai TG e dai giornali, e nessuno ne ha parlato più. Ma che fine hanno fatto coloro che si sono vaccinati? Tolti alcuni casi di persone con un sistema immunitario gravemente indebolito da altre malattie a cui il vaccino ha fatto scoppiare la malattia, che non ha trovato ostacoli, negli altri casi abbiamo avuto una salvaguardia relativamente valida, ma a fronte di un notevole numero di reazioni allergiche. Secondo questo documento dell'AIFA (l'Agenzia Italiana del Farmaco) cisono state 1178 casi documentati di reazioni allerggiche su poco più di 900 mila vaccinazioni. Di queste quasi la metà sono patologie nervose e muscoloscheletriche, che non dovrebbero in realtà essere colpite dal vaccino, che dovrebbe interagire solo con i polmoni e la respirazione; al massimo col sistema immunitario. Ma è la dimostrazione del pericolo di usare l'esqualene, contenuta nel vaccino e che in molte parti è proibito proprio perchè attacca il sistema nervoso centrale.
Insomma, è sempre la solita storia: davanti alla possibilità di guadagno, non importa a nessuno se si creano danni alle persone che si fidano ciecamente degli "esperti" che vanno in TV a raccontare falsità

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©