Cyber, scienza e gossip / Ambiente

Commenta Stampa

Inquinamento atmosferico città di Caserta

Studio della SUN identifica le cause

Inquinamento atmosferico città di Caserta
17/06/2013, 10:15

E’ stato presentato al congresso di “Chimica dell’Ambiente e dei Beni Culturali”, svolto qualche giorno fa a Rimini da docenti della SUN, afferenti al Dipartimento di Scienze e Tecnologie Ambientali, Biologiche e Farmaceutiche (Direttore prof. P. Pedone), uno studio riguardante la qualità dell’aria nella periferia della città di Caserta. I risultati, oggetto di dibattito nella comunità scientifica presente al congresso e di prossima pubblicazione su una rivista internazionale, focalizzano l’attenzione sulle possibili cause dell’inquinamento da polveri sottili in città. Da quest’attività di ricerca, durata circa un anno, è emerso che frequentemente non è il traffico veicolare il principale responsabile dei superamenti dei limiti normativi fissati per il PM10, bensì le attività industriali legate all’estrazione/lavorazione di pietra calcarea dei monti Tifatini. Per ottenere questi risultati, sono stati determinati sia composti organici che inorganici presenti sulle polveri che respiriamo, utilizzando strumentazione all’avanguardia presente nei laboratori della SUN e correlando i dati ottenuti con i parametri meteorologici registrati in corrispondenza dei siti di campionamenti. Questo risultato rappresenta la prima parte, di un progetto più ampio, che il gruppo di chimica dell’ambiente della SUN sta portando avanti. 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©