Cyber, scienza e gossip / Ambiente

Commenta Stampa

Convegno della Commissione Balenera Internazionale

Inquinamento marino, balene e cetacei a rischio

Presentato uno studio scientifico

Inquinamento marino, balene e cetacei a rischio
11/07/2011, 18:07

Milioni di tonnellate di plastica riversano negli oceani ogni anno e questo mette a repentaglio la vita di balene e altri cetacei ogni anno. Un rapporto che verrà presentato nell’isola britannica di Jersy durante il convegno della Commissione Baleniera Internazionale, afferma il rischio a cui sono esposti questi cetacei. Il documento elaborato da da Mark Simmonds della commissione scientifica, riporta tutte le segnalazioni e articoli scientifici degli ultimi dieci anni sulla questione inquinamento marino. Secondo lo studio, è emerso che la plastica è un pericolo per gli abitanti del mare: ''in molte aree del mondo - spiega l'esperto - le balene spiaggiate non sono registrate ed esaminate, o quando lo sono non viene fatta un'analisi del contenuto dello stomaco.
Tuttavia ci sono sufficienti prove che la plastica puo' essere letale per questi animali, sia per ingestione che per intrappolamento''. “Per le balene il livello di minaccia cambia a seconda della specie e del tipo di rifiuto - spiega il rapporto - per gli esemplari del genere Odontoceti, che comprende delfini e orche, l'ingestione di plastica e' un pericolo molto grande, perche' mangiano aspirando l'acqua, mentre meno si sa su altre specie, come le megattere, per le quali servono maggior indagini, ma che probabilmente sono altrettanto minacciate visto che consumano fino a 3.600 chili di plancton al giorno''

Commenta Stampa
di Carmen Cadalt
Riproduzione riservata ©