Salute e benessere / Salute

Commenta Stampa

Compromettono autostima e salute

Internet e Tv, micidiali per i bambini


Internet e Tv, micidiali per i bambini
03/02/2009, 09:02

Telecomando e mouse fanno male ai bambini, li rendono materialisti e malati di shopping, compromettono autostima, salute e rapporto con i genitori. Sono le conclusioni di un nuovo studio condotto sugli “under 16” britannici per la Children's Society. Le ricadute sociali del fenomeno non mancano. Il meccanismo moltiplica la pressione dei coetanei sui ragazzini, spinti a uniformarsi anche attraverso gli oggetti, dipingendo i genitori in modo negativo. Addirittura in alcuni casi la pubblicità convince i ragazzi che “sei ciò che possiedi”. Meccanismo non nuovo, in verità, ma lo studio mette in evidenza anche i pericoli del gossip, che in Inghilterra è seguito non meno che in Italia. L’esempio delle celebrità, costantemente fotografate con abiti e gadget dai prezzi stratosferici, aumenta le aspirazioni dei baby-consumatori e ne riduce l’autostima, assicura il rapporto pubblicato dal quotidiano “Telegraph”.Lo stile di vita dei vip si rivela un boomerang per i giovanissimi. In particolare, ha un effetto negativo sul benessere psicologico dei 10-13enni, specialmente le femmine. Più tempo le ragazzine passano davanti a uno schermo, più sono attente ai beni materiali, hanno rapporti peggiori con i genitori e stanno male dal punto di vista psicologico. Secondo il rapporto, condotto grazie a 35 mila questionari in tutto il Paese, sembra che oggi un ragazzino su 10 dai 5 ai 16 anni abbia problemi di salute mentale, dall’ansia alla depressione, fino a comportamenti distruttivi e violenza.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©