Cyber, scienza e gossip / Scienza

Commenta Stampa

INTERNET SATURO? AL CONTRARIO, E' VUOTO


INTERNET SATURO? AL CONTRARIO, E' VUOTO
05/09/2008, 13:09

Sembrano fare una magra figura coloro che fino a pochi anni fa dicevano che con l'avvento della banda larga c'era il rischio di Internet paralizzato dalle troppe connessioni. In realtà, secondo la società Telegeography, le capacità di Internet sono utilizzate circa per un terzo, con picchi che arrivano al 44%. In pratica, se noi paragoniamo Internet ad una autostrada, abbiamo piena solo la corsia di destra, mentre su quella di centro passa una macchina ogni tanto e su quella di sinistra nessuno.

Se poi guardiamo alla connettività delle varie zone geografiche, vediamo che la zona veramente in espansione è quella medioorientale, soprattutto per quanto riguarda la visione in streaming dei filmati (croce e delizia di Internet, perchè richiestissimi da tutti, ma di solito abbastanza voluminosi come memoria) e il download dai siti peer-to-peer; in forte rallentamento l'aumento dello sfruttamento della rete nei mercati cosiddetti "maturi", come quello statunitense o europeo. In effetti il rischio maggiore è quello del collo di bottiglia: cioè che zone dove c'è molta connessione ma relativamente mal collegate abbiano dei black-out locali dovuti all'intasamento di questi pochi collegamenti. L'esempio classico lo abbiamo proprio in Medio Oriente, come è successo a gennaio, visto che è collegato all'Europa solo tramite pochi cavi sottomarini. Ma le società del settore, intuita la portata dell'affare, hanno già stanziato un miliardo di dollari per aumentare la capacità di connettività di quella zona

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©