Cyber, scienza e gossip / Internet

Commenta Stampa

Il prezzo in America varierà dai 500 ai 700 dollari

Ipad, da marzo disponibile in Italia


Ipad, da marzo disponibile in Italia
28/01/2010, 20:01

ROMA - Da giorni le riviste specializzate non parlano d'altro: quando sarà ufficialmente rilasciato l'Ipad della Apple? Quale sarà il suo prezzo in euro? E quali saranno le sue caratteristiche tecniche? Le risposte alla prima e alla terza domanda possiamo già darle, ma, per quanto riguarda la seconda curiosità, al momento ci si deve accontentare del prezzo previsto in dollari; facendo poi la relativa conversione con gli euro (anche se spesso, con questo metodo, i conti non tornano).In ogni caso, la prima versione della nuova diavoleria tecnologia presentata da Steve Jobs a San Francisco sarà lanciata in tutto il mondo (e quindi anche nel nostro paese) a partire da marzo con caratteristiche che però potrebbero lasciare un po' delusi i più esigenti.
Per l'Ipad non sono infatti previste nè una videocamera ne la possibilità di effettuare telefonate. Il prezzo, almeno in America, varierà da un minmo di 499 dollari per la versione base di 16gb ad un massimo di 699 per quella da 64 gb. 599 dollari costerà invece la "media" con 32 gb di memoria interna. Se per la videocamera non ci sono "speranze", per la versione Wi-fi 3g paiono invece scorgersi possibilità diverse anche se, come annunciano da Cupertino, negli States il modello non sarà disponibile prima di fine aprile. Per l'Italia, invece, la data è ancora piuttosto incerta. Molto dipenderà ovviamente da come si muoveranno le compagnie di tlc con la Apple. I prezzi per i prodotti che verranno lanciati in america sono di 629 per il modello da 16gb, 729 per quello da 32 e 829 per il prodotto da 64gb. Interessanti sono le tariffe garantite dalle compagnie telefoniche per quanto riguarda la navigazione sul web (250mb al mese con un costo di 14.99 dollari oppure opzione "no-limits" ad un prezzo di 29.99 mensili).
Oltre alle applicazioni base ben conosciute ed apprezzate dagli utenti della mela morsicata, previste anche altre 12 nuove "features" che verranno inserite già nella prima versione. Mensione speciale per "iBookstore"; software simile a iTunes che permette di accedere ad una vasta libreria on-line. Liberia che consente di acquistare testi a prezzi molto ridotti o addirittura di leggere interi romanzi in maniera gratuita (per ora le case editrici che hanno aderito all'accordo per l'Ipad sono Penguins, Harpers Collins di Rupert Murdoch, Simon and Shuster, MacMillan e la filiale americana di Hachette Book Group).
Ciò che fa venire la bava alla bocca ai vari tecno appassionati è però sicuramente lo scermo da 9,7 pollici che garantisce un'enorme visibilità ed un dispositivo touch portatile che ha qualcosa di avvenieristico. A ciò si aggiunge l'ottima batteria (10 ore in utilizzo continuo e quasi un mese in stand-by) , il processore da 1Ghz e il peso decisamente ridotto dell'interno "aggeggio" che non supera infatti i 680 grammi. Il consiglio del maniaco delle nuove tecnologie (che sarebbe lo scrivente) è semplice: non acquistate questo meraviglioso prodotto appena uscirà; cedendo alla tentazione del tutto e subito.
Quando uscì l'IPhone il rapporto qualità-prezzo era difatti svantaggiosissimo per il consumatore e così sarà sicuramente anche per l'Ipad. Inoltre è risaputo che, ogni nuova diavoleria tecnologica appena uscita, presenta inevitabilmente dei bug (alcuni dei quali non eliminabili con il semplice aggiornamento del software). Ergo: meglio avere un po' di pazienza ed aspettare almeno 5-6 mesi prima di correre in un Apple store. Si potrà sicuramente acquistare un'Ipad più economico e più ricco e stabile dal punto di vista software-hardware. I primi utenti fungono sempre da "tester" e questa cosa, come precisato, oramai la sa anche chi non è "esperto".

Commenta Stampa
di Germano Milite
Riproduzione riservata ©