Cyber, scienza e gossip / Internet

Commenta Stampa

Ora l'FBI ha avviato un'indagine

Ipad, sottratti i nomi dei primi acquirenti


Ipad, sottratti i nomi dei primi acquirenti
14/06/2010, 15:06

NEW YORK – Sono state appena avviate le indagini sulla probabile sottrazione dei nomi relativi ai clienti dell’Ipad. Stando alle prime ricostruzioni, le informazioni sarebbero state “rubate” sfruttando un errore commesso sul sito di AT&T: in sostanza, inviando ripetutamente una query all'applicazione web di AT&T, gli aggressori sono riusciti a recuperare la lista clienti consegnandola poi ad un conosciuto magazine online, il "Gawker".
Al momento gli inquirenti non hanno voluto rendere noto se il fascicolo sia stato aperto in seguito ad una denuncia da parte di Apple o della stessa AT&T. L’unica cosa certa è che tra gli acquirenti c’erano celebrità ed esponenti del mondo politico ed imprenditoriale americano, giornalisti, impiegati Google, Microsoft e Amazon e militari dell’esercito statunitense.
Jennifer Granick, di "Electronic Frontier Foundation" , un’organizzazione con sede negli Stati Uniti che si prefigge di difendere i diritti di libertà di parola in Rete, ha osservato che la legge proibisce sì l'accesso non autorizzato ai sistemi informatici ma è necessario chiarire se l'operazione condotta "dall'esterno" dagli aggressori - mediante l'uso di un apposito script - possa essere considerata o meno una violazione. Piuttosto, ha aggiunto la Granick, è necessario stabilire se sia stato fatto un uso improprio dei dati raccolti. Diversamente, l'indagine potrebbe essere archiviata.

Commenta Stampa
di Ornella d'Anna
Riproduzione riservata ©

Correlati