Cyber, scienza e gossip / Scienza

Commenta Stampa

iPhone 5, due milioni di pre-ordini nelle prime 24 ore


iPhone 5, due milioni di pre-ordini nelle prime 24 ore
17/09/2012, 15:45

CUPERTINO, California— 17 Settembre, 2012— Apple ha annunciato oggi che i preordini per il proprio iPhone 5 hanno raggiunto quota due milioni in appena 24 ore, oltre il doppio rispetto al record precedente di un milione, registrato dall’iPhone 4S. La richiesta per iPhone 5 supera la fornitura iniziale e, sebbene la maggior parte dei preordini verrà consegnata il 21 settembre, molti verranno consegnati ad ottobre. iPhone 5 è il più sottile e leggero iPhone di sempre, con un design interamente rinnovato che include un favoloso display Retina da 4 pollici, un chip A6 progettato da Apple per prestazioni incredibilmente veloci, tecnologia wireless ultraveloce*, il tutto garantendo una autonomia della batteria anche maggiore.** 

“I pre-ordini di iPhone 5 hanno polverizzato il precedente record segnato da iPhone 4S e la reazione dei clienti ad iPhone 5 è stata fenomenale,” ha dichiarato Philip Schiller, Senior Vice President di Worldwide Marketing di Apple. “iPhone 5 è il migliore iPhone di sempre, il prodotto più bello che abbiamo mai creato, e speriamo che i clienti lo amino come noi lo amiamo.” 

iPhone 5 include iOS 6, il sistema operativo mobile più evoluto al mondo, con oltre 200 nuove funzionalità per l'utente, fra cui: la nuovissima app Mappe con una cartografia interamente disegnata da Apple, un navigatore preciso e affidabile e una nuova incredibile vista Flyover; integrazione di Facebook per la Rubrica e il Calendario, con la possibilità di postare direttamente dal Centro Notifiche; Passbook, il modo più semplice di avere tutte le proprie tessere in un unico luogo; la nuove funzioni di Siri, incluso il supporto per più lingue, un facile accesso ai risultati sportivi, consigli sui ristoranti e programmazione delle sale cinematografiche***; app che ora interagiscono con Siri e Facebook come Foto, Safari e Mappe; e Streaming Foto Condivisi via iCloud. 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©