Cyber, scienza e gossip / Scienza

Commenta Stampa

ITALIANI? POPOLO DI EQUILIBRATI


ITALIANI? POPOLO DI EQUILIBRATI
02/07/2008, 10:07

Negli ultimi anni abbiamo assistito a importanti accadimenti, passi avanti nel campo della tecnologia e dell’informatica, scoperte della scienza, eventi destinati a cambiare la storia. Con più comodità, più aiuti, più sostegni esterni, la vita dell’uomo del terzo millennio è davvero più semplice e confortevole? È più felice? Sereno? In “equilibrio”?

Una ricerca effettuata dalla Doxa e commissionata da Aequilibrium, la nota linea wellness di Aia, ha cercato di capire quanto gli italiani si sentano equilibrati e quale sia la formula per il loro benessere personale, intervistando un campione composto da 1.000 Italiani, donne e uomini dai 15 anni in su, rappresentativi della popolazione adulta.
 
 
L’EQUILIBRIO E’ UOMO: IL 90,3% DEGLI UOMINI ITALIANI RITIENE DI AVERE UN BUON EQUILIBRIO PSICO-FISICO.
Nonostante i tanti problemi quotidiani e le vicissitudini che negli ultimi anni hanno caratterizzato la storia del Belpaese, secondo l’indagine Doxa-Aequilibrium risulta che 9 italiani su 10 si ritengono equilibrati. Quasi la totalità dei nostri connazionali ha, quindi, trovato la formula magica per star bene…e in particolare sono i rappresentanti del sesso forte a sentirsi bene oggi!
Ben il 90,3% degli uomini, infatti, giudica di avere oggi un buon equilibrio psico-fisico. Analizzando i dati, però, emerge anche un segnale di crisi da parte degli adulti tra i 25 e 34 anni, età da sempre particolarmente difficile e controversa. A sentirsi maggiormente in “equilibrio” appaiono invece proprio i due estremi del nostro universo di riferimento, ovvero i giovani tra i 15 e i 24 anni e gli over 55. La spensieratezza dei giovani contro la saggezza degli adulti!
Quali sono i fattori che influenzano di più il benessere dei nostri connazionali? Secondo la speciale classifica stilata direttamente dagli intervistati, al primo posto troviamo gli affetti, come nella migliore tradizione che vuole l’italiano passionale, romantico e attaccato alla famiglia. Ma ciò che sorprende maggiormente è che al secondo posto, quasi a pari merito con gli affetti, troviamo l’alimentazione, la cui influenza nella determinazione dell’equilibrio è giudicata più importante di fattori come il lavoro e l’attività fisica.
 
Pochi dubbi invece sulla definizione di equilibrio personale: per l’80% rappresenta il giusto rapporto tra il benessere fisico e quello mentale. E difatti si sa…l’amore e il buon cibo fanno bene sia al corpo che alla mente! I due equilibri quindi si influenzano a vicenda: a quello mentale segue la scoperta di quello fisico, perché avere “mens sana in corpore sano” sembra essere ancora estremamente attuale!
 
Ma perché è tanto importante raggiungere un buon equilibrio psico-fisico? Secondo l’indagine Doxa-Aequilibrium, il 42,1% lo cerca perché aiuta ad affrontare con più forza e serenità le difficoltà della vita, il 37,4% per sentirsi meglio con se stesso, mentre il restante 20,5% del campione si divide fra coloro che pensano che sia la chiave per star meglio con gli altri (16,9%) e coloro che lo ritengono un aiuto per rendere di più sul lavoro o nello studio (3,6%).
 
 
MENTRE LE DONNE CHIACCHIERANO, GLI UOMINI FANNO SPORT.
Anche gli psicologi sono concordi nel dire che l’equilibrio fisico e mentale, va ricercato partendo dalle piccole cose di ogni giorno. E allora quali sono le cose che gli Italiani fanno abitualmente per trovare l’equilibrio nella vita di tutti i giorni? Quali sono i “magnifici 4” dell’equilibrio?
Ogni giorno è importante ritagliarsi del tempo per curare le relazioni con gli altri, per stare vicini ad amici e parenti chiacchierando con loro, anche solo tramite una telefonata a fine giornata. Infatti al primo posto della classifica degli “antistress quotidiani” troviamo proprio le chiacchiere con il 60,4% delle risposte, in particolare - non era difficile immaginarlo – questa è una soluzione che adottano soprattutto le donne, con una punta fra le under 40.
Al secondo posto, con il 39,6% delle preferenze, troviamo il lusso di potersi ritagliare del tempo per se stessi, magari isolandosi da tutti i problemi semplicemente per mezz’ora.
Al terzo posto, segue la pratica di un’attività fisica, con il 35,4% delle citazioni. Mentre, quindi, le donne chiacchierano di più, chi è questo 35,4% degli Italiani che va a sfogarsi in palestra? Sono soprattutto gli uomini ed i giovani di età compresa tra i 15 e i 34 anni, ad aver individuato nell’attività fisica l’alleato giusto per star bene ogni giorno.
Infine all’ultimo posto, con il 34% delle risposte, troviamo il “coccolarsi” con un piccolo lusso/piacere alimentare, e questa citazione sale tra le donne.
Non dimentichiamo, infatti, che gli Italiani sono un popolo di amanti della buona tavola, invidiati in tutto il mondo per la loro tradizione gastronomica. Ma quanti di loro hanno un’alimentazione realmente corretta? E se il 56% del campione ritiene senza alcun dubbio che un’alimentazione sana abbia un’importanza fondamentale nel raggiungimento del proprio benessere personale, andando più a fondo si scopre che solo 2 Italiani su 10 giudicano davvero corretta e bilanciata la propria alimentazione: ovvero sono solo 12 milioni i nostri connazionali che sanno mangiare.
 
 
“Nonostante gli sforzi compiuti negli ultimi anni da organizzazioni internazionali e nazionali che si occupano di salute pubblica, cresce sempre di più nei Paesi ad alto livello di sviluppo socioeconomico il numero di persone non fisicamente attive e che si alimentano in maniera scorretta – commenta Michelangelo Giampietro, Specialista in Medicina dello Sport e in Scienze dell’Alimentazione – l’Italia non fa eccezione, anzi recenti indagini epidemiologiche hanno dimostrato che gli italiani si muovono meno e, spesso, sono meno attenti nell’alimentarsi rispetto a cittadini di altre nazioni. Per contrastare e correggere questa situazione è importante che anche l’industria alimentare dia il proprio contributo promuovendo corretti stili di vita nella popolazione, attraverso tutti i canali possibili, dalla scuola allo sport, dai media alla distribuzione, tenendo sempre in considerazione le conseguenza delle mutate abitudini di vita e le diverse esigenze fisiche, lavorative e sociali”
 
 
PER AUMENTARE IL BENESSERE PSICO-FISICO, SI CERCA IL TEMPO PERDUTO, PIUTTOSTO CHE UN LAVORO MIGLIORE
In un contesto così equilibrato, di cosa avrebbe bisogno ancora l’italiano medio per migliorarsi? Di più affetto? Di un lavoro migliore?
Qual è la vera “piaga della società” di oggi? Il tempo, anzi la mancanza del tempo.
Secondo il 31,2% degli intervistati per migliorare il proprio equilibrio psico-fisico occorrerebbe avere più tempo per sé e meno ritmi serrati a scandire la quotidianità di tutti noi. Strettamente connesso a questo problema appare la risposta del 28,1% che ritiene un ostacolo al raggiungimento del proprio benessere la difficoltà di condurre una vita sana, resa quasi impossibile proprio dalla frenesia di tutti i giorni.
A sorpresa, la ricerca Doxa-Aequilibrium svela che solo il 18,7% del campione crede nell’equazione “lavoro migliore uguale benessere maggiore”. L’analisi mostra che la ricerca di un lavoro migliore è un’esigenza avvertita maggiormente dagli uomini, nel Sud e tra i 25 e i 40 anni.
A quanto pare, quindi, nonostante il precariato, l’insoddisfazione generale, i problemi legati alla finanziaria e ai pensionamenti, solo 2 italiani su 10 pensano che un lavoro migliore sia il segreto per aumentare il proprio benessere psico-fisico.
 
 
L’EQUILIBRIO PASSA PER IL WEB
Proprio per andare in aiuto a tutti gli italiani alla ricerca del loro equilibrio personale, Aequilibrium ha rinnovato il proprio sito internet, trasformandolo in un vero e proprio Magazine, in cui poter trovare consigli, spunti, idee, approfondimenti utili, ricette originali e articoli che spaziano dall’alimentazione alla psicologia. www.aequilinrium.info mira a diventare il luogo del benessere per eccellenza, grazie ai contributi autorevoli di un nutrizionista, una psicologa, uno chef e un personal trainer.
Inoltre, intorno a questi temi Aequilibrium ha creato anche un concorso, che intende coinvolgere in prima persona l’utente: “Racconta il tuo equilibrio”, per descrivere con foto e testi momenti di equilibrio tra gusto e salute, relax e movimento, lavoro e tempo libero, essere e apparire.Partecipare al concorso è semplicissimo: basterà iscriversi gratuitamente sul sito www.aequilibrium.infoe inviare il proprio contributo, entro il 30 settembre 2008, tramite una foto o un testo originale rappresentativi del proprio concetto di equilibrio.
I vincitori, scelti dagli utenti stessi che potranno votare sul sito l’immagine o il testo che ritengono più originale, creativo, divertente, avranno la possibilità di aggiudicarsi una serie di premi di stampo tecnologico e abbonamenti semestrali per le palestre e i centri aderenti al circuito di American Contourella, punto di riferimento nel settore del benessere e del fitness.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©