Cyber, scienza e gossip / Motori

Commenta Stampa

Jeep: evoluzione di una leggenda


Jeep: evoluzione di una leggenda
16/04/2011, 16:04

Stile, funzionalità, qualità costruttiva e capacità fuoristradistiche di riferimento: sono i quattro pilastri del DNA Jeep®. Un mondo di richiami celato dietro le quattro lettere della parola "Jeep". Entrato nell'uso comune sinonimo di fuoristrada, il marchio americano è universalmente noto per l'inconfondibile griglia a sette feritoie ed i passaruota trapezoidali. Quattro lettere che rimandano a capacità off-road di riferimento per affrontare qualsiasi avventura. Dall'icona del Marchio, Jeep Wrangler al nuovo SUV compatto Jeep Compass, ogni vettura Jeep racconta una leggenda lunga sette decenni fatta di viaggi straordinari e passione per l'outdoor.

Jeep è libertà ed autenticità: libertà come stato mentale e determinazione nel seguire i propri istinti con la sicurezza di poter intraprendere qualsiasi avventura grazie a capacità fuoristradistiche di assoluto riferimento. Autenticità, perché Jeep è il marchio ‘originale' che per primo ha esplorato l‘ outdoor diventandone leader indiscusso ed ha trasformato l'esperienza di guida in un evento fuori dall'ordinario per vivere la propria individualità in modo forte e distintivo.

Il marchio Jeep nasce settanta anni fa quando per rispondere alle esigenze militari dell'esercito degli Stati Uniti fu prodotta la prima vettura in seguito denominata Jeep. Da allora il marchio americano ha continuato ad evolversi introducendo modelli ad uso civile in grado di soddisfare le esigenze di mobilità del pubblico e consentirgli di vivere il proprio desiderio di libertà.

Marchio dalla straordinaria tradizione, Jeep negli anni ha saputo sempre reinventarsi offrendo prodotti innovativi caratterizzati da una forte personalità e dotati di capacità di riferimento.

La prima vettura 4x4 Jeep uscì dalla linea di produzione il 15 luglio 1941. Si tratta del modello militare Willys-Overland, l'antesignano del primo esemplare Jeep ad uso civile denominato CJ-2A. Entrato nella produzione di serie nel 1945, il modello CJ-2A è generalmente considerato il primo fuoristrada dell'industria automobilistica.
Nel 1946 con Jeep Station Wagon, il marchio ha trasferito il sistema di trazione a quattro ruote motrici su una station wagon introducendo il concetto di Sport Utility Vehicle.
Nel 1963 con la Jeep Wagoneer, Jeep inventa il segmento dei premium Large SUV.

NeI 2011, in occasione del suo settantesimo anniversario, il marchio americano introduce in Europa l'evoluzione di quattro modelli. A partire dal leggendario Jeep Wrangler e della sua declinazione a quattro porte Jeep Wrangler Unlimited, rivisitati ed equipaggiati con la prima applicazione Jeep della tecnologia Stop/Start e con un motore più potente e più efficiente nei consumi. Il 2011 è anche l'anno del lancio del nuovo Grand Cherokee spinto dall'atteso propulsore turbodiesel. L'ammiraglia condivide gli stessi concetti di design del nuovo Compass, il SUV compatto della famiglia Jeep.



Jeep Wrangler & Jeep Wrangler Unlimited: evoluzione di un'icona

Il "face-lift" dell'icona Jeep presenta un abitacolo completamente ridisegnato caratterizzato da materiali di qualità e nuova ergonomia con plancia, console centrale e quadro strumenti dal nuovo design. Maggiore comfort e silenziosità sono assicurati dagli interventi su cambio ed insonorizzazione.

La nuova gamma di Jeep Wrangler e Jeep Wrangler Unlimited è equipaggiata con il nuovo 2,8 litri turbodiesel da 200 CV di potenza (la coppia è di 410 Nm con cambio manuale e 460 Nm con cambio automatico). Per la prima volta su un modello Jeep, il nuovo motore è dotato della tecnologia Stop/Start per ridurre i consumi.
In alternativa al turbodiesel, la versione Rubicon di Jeep Wrangler e Jeep Wrangler Unlimited è disponibile con il potente 3,8 litri benzina da 199 CV e 315 Nm di coppia.

Il nuovo hard top rimovibile in tinta con la carrozzeria è disponibile a richiesta sulla versione Sahara che acquista un look più elegante mantenendo il suo stile anticonvenzionale, garantendo allo stesso tempo tutto il divertimento della guida open-air.

Le leggendarie capacità fuoristradistiche Jeep sono il risultato dei sofisticati sistemi di trazione Command-Trac®, Rock-Trac® e dei bloccaggi elettronici dei differenziali Tru-Lock. Assali anteriori e posteriori ad alta resistenza Dana e sistema di disconnessione elettronica della barra stabilizzatrice Active Sway Bar System assicurano ulteriore abilità nell'off-road. I sofisticati sistemi "Hill Start Assist" ed "Hill Descent Control" sono di serie su tutta la gamma.

Jeep Wrangler prevede tre livelli di allestimento: Sport, Sahara e Rubicon. La gamma Unlimited è disponibile nelle versioni Sahara e Rubicon da inizio anno negli show-room Jeep.



Jeep Compass: Urban Jeep

Jeep Compass è il compact SUV del marchio Jeep che combina le dimensioni e la funzionalità degli interni di un SUV con le prestazioni, la maneggevolezza, i consumi e il prezzo di una vettura di segmento C. Oggi il modello si rinnova proponendo un nuovo abitacolo ancora più accogliente e confortevole, migliorate caratteristiche di guida e maneggevolezza, una nuova e più efficiente motorizzazione turbodiesel a due livelli di potenza e configurazioni a due o a quattro ruote motrici.

Il nuovo Jeep Compass presenta ora esterni caratterizzati dai tratti stilistici comuni al nuovo Jeep Grand Cherokee. La nuova generazione di Jeep Compass è equipaggiata con il brillante 2,2 litri turbodiesel da 163 CV di potenza e 320 Nm di coppia disponibile anche nella versione da 136 CV. Le eccezionali capacità off-road del marchio Jeep sono garantite dal sistema di trazione integrale attivo Active Full-time Freedom Drive I®. Per la prima volta sulla gamma Jeep commercializzata in Italia, sarà disponibile anche la nuova configurazione a due ruote motrici a trazione anteriore equipaggiata esclusivamente su Jeep Compass con il turbodiesel da 2,2 litri da 136 CV.

Interventi migliorativi su sospensioni e sterzo incrementano maneggevolezza e comfort di guida in ogni condizione di utilizzo. La gamma Jeep Compass 2011 prevede una dotazione completa per la sicurezza attiva e passiva con oltre 30 dispositivi tra cui il sofisticato sistema Hill Start Assist ed è commercializzata in Italia a partire dal mese di aprile negli allestimenti Sport e Limited.



Jeep Grand Cherokee: nessun compromesso

Giunto alla quarta generazione, il top di gamma Jeep è stato completamente rinnovato nel design degli esterni, degli interni e nei contenuti tecnici fissando un nuovo equilibrio tra performance stradali e fuoristradistiche.

Il nuovo Jeep Grand Cherokee presenta il comfort e la sicurezza di un'auto di classe superiore a trazione integrale e la capacità di andare ovunque, un "expertise" che il marchio Jeep ha continuamente perfezionato in 70 anni di investimenti e passione per l'outdoor.

La nuova generazione del Grand Cherokee, offre sospensioni pneumatiche Quadra-Lift e controllo della trazione Selec-Terrain a cinque modalità per eccellere nella guida su strada e fuoristrada.

Il flagship del marchio Jeep è ora equipaggiato con il nuovo motore turbodiesel da 3,0 litri V6 ad iniezione diretta elettronica Common Rail dotato di iniettori a 1.800 bar e nuova tecnologia Multijet II sviluppata da Fiat Powertrain. Questo propulsore è disponibile in due versioni di potenza: da 241 CV (550 Nm di coppia) e da 190 CV (440 Nm di coppia).

Il nuovo turbodiesel 3.0 litri CRD completa la gamma motori già composta dai due propulsori benzina 3,6 litri Pentastar V6 e il leggendario 5,7 litri V8 con MDS.

Le eccezionali capacità off-road di Jeep Grand Cherokee sono garantite dai due sofisticati sistemi di trazione integrale Jeep Quadra-Trac II® e Quadra-Drive® II con differenziale elettronico posteriore a slittamento limitato (ELSD) assistiti dai dispositivi Hill Descent Control ed Hill Start Assist. Da giugno Grand Cherokee sarà disponibile con una gamma completa che prevede i tre allestimenti Laredo, Limited ed Overland dotati del nuovo propulsore 3.0 turbodiesel nella doppia versione di potenza.



Il marchio Jeep in Europa

Jeep è un Marchio americano di proprietà di Chrysler Group LLC. Con settanta anni di storia, Jeep può vantare una fama globale con vetture distribuite in più di 120 Paesi nel mondo. Dall'introduzione del primo esemplare Willys-Overland nel 1941, più di 15 milioni di esemplari Jeep sono stati prodotti e distribuiti nel mondo. Attualmente, Jeep ha un parco circolante pari a 6 milioni di vetture ed è il marchio più venduto di Chrysler Group nei mercati al di fuori del Nord America rappresentando il 50% delle vendite internazionali del Gruppo americano.

In Europa, Jeep è uno dei Marchi distribuiti da Fiat Group Automobiles. In seguito dell'alleanza strategica globale tra Fiat Group e Chrysler Group del giugno 2009, le attività commerciali e la distribuzione delle vetture Jeep in Europa sono state gradualmente trasferite a Fiat Group Automobiles ed attualmente sono di competenza delle "National Sales Companies" di Fiat Group Automobiles.

Le attività Jeep in Austria, Belgio, Repubblica Ceca, Danimarca, Francia, Germania, Ungheria, Italia, Paesi Bassi, Polonia, Serbia, Spagna, Svezia, Svizzera e Regno Unito sono oggi totalmente integrate nella struttura di Fiat Group Automobiles.

Il processo di integrazione in Europa prevede la creazione di una nuova rete di vendita. La nuova rete Jeep per l'Europa sarà composta da 430 concessionari e sarà pienamente operativa a partire dal prossimo giugno quando la riorganizzazione delle attività di vendita e di distribuzione portata avanti negli ultimi dodici mesi sarà definitivamente ultimata.

L'alleanza con Fiat non avrà solo un'influenza strategica sulle attività di vendita del Marchio Jeep ma contribuirà all'introduzione di nuove piattaforme, all'adozione di tecnologie avanzate e di elevati standard qualitativi grazie alla condivisione del know-how tecnico e all'assunzione delle "best practices" di Fiat Group Automobiles nel campo della produzione e della sostenibilità. Il nuovo Jeep Grand Cherokee ne è il primo esempio poiché l'introduzione del nuovo 3,0 litri turbodiesel rappresenta la prima applicazione della tecnologia diesel Multijet II ed è anche il primo caso di introduzione nell'organizzazione manufatturiera di Chrysler Group del modello World Class Manufacturing di Fiat Group. Il nuovo modello sarà gradualmente adottato in tutti gli impianti Chrysler Group in Nord America.

Globalmente nel 2010, le vendite Jeep sono aumentate del 24% rispetto al 2009 con un totale di 420.000 unità vendute nei mercati di tutto il mondo. Negli USA, lo scorso anno sono stati venduti 291.000 esemplari Jeep con una crescita del 26% rispetto al 2009.

Entro il 2014, il Marchio americano ha l'obiettivo di raggiungere in Europa 125.000 unità vendute.
Un traguardo possibile anche grazie all'introduzione nella gamma Jeep di un SUV compatto realizzato su piattaforma C ‘compact-wide' nel 2012 e costruito in joint venture con Fiat SpA presso lo stabilimento italiano di Mirafiori, a Torino e di un nuovo modello basato su piattaforma Chrysler previsto per il 2013.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©