Cyber, scienza e gossip / Ambiente

Commenta Stampa

Privati e associazioni adotteranno le aiuole di Napoli

Joint venture tra comune e cittadini per restituire il verde alla città

Cittadini giardinieri investiranno nel verde pubblico

.

Joint venture tra comune e cittadini per restituire il verde alla città
05/07/2011, 14:07

NAPOLI – Si punta al coinvolgimento e alla partecipazione dei privati e di associazioni per ridare vita agli spazi verdi cittadini e restituirli ai Napoletani. Questa la sintesi della proposta di delibera presentata dalla commissione ambiente presso la sala Giorgio Nugnes. Proposta che lo stesso presidente Carmine Attanasio definisce “delibera itinerante”, perché grazie al web girerà l’ intera città, pronta ad essere emendata da tutti coloro che faranno osservazioni precise e accettabili. Sempre Attanasio si dice fiducioso anche della collaborazione dei media con la commissione ambiente, per la divulgazione dei progressi del piano operativo. Media che sono già coinvolti se si pensa che la delibera si incrocia con un iniziativa del quotidiano Il Mattino, che aveva da tempo lanciato l’iniziativa,”adotta un aiuola”, diventato poi il filo conduttore del progetto; i privati presentando una regolare richiesta potranno vedersi assegnato uno spazio verde nel quale potranno fare impresa eco-compatibile, con la realizzazione di ristorantini, chalet, attività ludiche ecc…,ma tutto questo utilizzando solo il 10 % della superficie, ma ad una condizione renderla rigogliosa, tenerci la manutenzione periodica, quindi restituendo il 90 % ai cittadini che ne godrebbero appieno la bellezza. Altra singolare iniziativa sarà il premio riconosciuto dall’ assessorato all’ ambiente, che andrà al “balcone fiorito più bello”. I cittadini Napoletani faranno bene a ritrovare il loro pollice verde, perché una task force di fotografi del comune immortalerà le più belle e originali decorazioni floreali dei balconi, e una apposita commissione decreterà i vincitori.

Commenta Stampa
di Antonio Sarracino
Riproduzione riservata ©

Correlati

09/07/2011, 12:07

Ipad 2: Strumento inutile