Cyber, scienza e gossip / Gossip

Commenta Stampa

Dopo le critiche Ashton decide di lasciare twitter

Kutcher:I miei tweet saranno controllati da menager

L'attore non era a conoscenza dello scandalo Joe Paterno

Kutcher:I miei tweet saranno controllati da menager
11/11/2011, 18:11

Non solo la televisione, ma anche il mondo del web può diventare un vero problema o una trappola dalla difficile uscita. Lo sa bene l’attore americano Ashton Kutcher che usando ingenuamente Twitter per essere più vicino ai suoi amici, 8 milioni di fan, è inciampato in una piccola gaf che ha scatenato una valanga di critiche. Ashton aveva infatti segnalato un tweet riguardante l’allenatore cacciato del Pennsylvania State University. La fonte di critiche è nata perché, non essendo a conoscenza dello scandalo “Joe Paterno”, Kutcher viveva nella convinzione che il suo licenziamento fosse legato agli scarsi risultati della squadra.
Ma dietro al licenziamento c’è tutt’altro. Paterno è stato accusato di aver coperto il suo vice che è stato poi arrestato per aver abusato di 8 bambini. Paterno dopo essere venuto a conoscenza del fattaccio risalente al 2002 non lo denunciò alla polizia.
Di tutto questo l’attore non ne sapeva nulla e dopo il tweet non sono bastate le scuse e le spiegazioni per interrompere l’ondata di offese e insulti. “Come testimonial contro gli abusi sessuali sono davvero mortificato” ha cercato di spiegare inutilmente .
La vicenda ha scosso molto il giovane Ashton che ha così deciso di lasciare Twitter o meglio di affidare ogni suo pensiero ad un gruppo di management che provvederà a controllare ogni suo pensiero prima della pubblicazione. Una vera delusione per gli 8 milioni di fan.
“Pensavo mi potesse aiutare a essere più vicino ai miei amici, ora mi rendo conto che è qualcosa di più”, spiega Ashton. “Quando ho cominciato a usare Twitter era più che altro una piattaforma di comunicazione, sulla quale le persone potevano dire quello che pensavano in tempo reale e se i fatti erano sbagliati la comunità te li segnalava e tu potevi correggere”.Adesso però le cose sono cambiate “I tweet di un singolo diventano notizia da trasmettere in tutto il mondo. E gli errori sono diventati obiettivo di aspre critiche”. Proprio per questo da oggi “ogni cinguettio verrà controllato”.

Commenta Stampa
di Alessia Tritone
Riproduzione riservata ©