Cyber, scienza e gossip / Motori

Commenta Stampa

La Audi Q5: nuova energia per una vettura di successo


La Audi Q5: nuova energia per una vettura di successo
07/08/2012, 16:58

Sportiva, affascinante e poliedrica – la Q5, il SUV ad alte prestazioni di Audi, è il SUV più venduto in Europa nella sua classe. I miglioramenti riguardano nuove soluzioni nell’ambito del design, dell’infotainment, dei sistemi d’assistenza e dei motori. La Q5 hybrid quattro concilia la potenza di un sei cilindri con i consumi di un quattro cilindri, mentre la nuova
SQ5 TDI, la prima versione S della storia Audi a essere dotata di motore Diesel, è la punta di diamante della gamma con la potenza di ben 313 CV (230 kW).
Il design sportivo della Q5 con il tetto piatto si presenta leggermente modificato e ancora più sportivo. La griglia single-frame ha gli angoli superiori smussati; i listelli cromati verticali e gli anelli Audi risaltano nella loro plasticità. Nuovi anche i paraurti, le prese d’aria e i fendinebbia.
In abbinamento ai fari xeno plus (a richiesta) le luci diurne in tecnologia LED creano un profilo che corre tutt’intorno ai fari, in modo analogo alle luci di posizione posteriori. Il pacchetto sportivo per esterni S line exterior, disponibile come optional, e il pacchetto look Offroad conferiscono alla Q5 un aspetto possente. Il portellone posteriore avvolgente, caratteristica tipica dei modelli Q di Audi, e il cofano motore sono in alluminio. Nella cellula abitacolo acciai di altissima qualità formati a caldo, estremamente resistenti e leggeri al tempo stesso, riducono il peso.
Più potenza, meno consumi: i motori
Una delle conseguenze del restyling della Audi Q5 è la riduzione dei consumi anche del 15% a fronte di un aumento di potenza della maggior parte dei motori. I tre TDI e i due TFSI abbinano iniezione diretta a sovralimentazione, mentre il sistema Start&Stop è di serie in tutte le versioni.
3
Il 2.0 TDI è disponibile in due versioni. Nella variante da 143 CV (105 kW) consuma in media solo 5,3 litri di gasolio ogni 100 km. Il 3.0 TDI, fortemente rielaborato, eroga una potenza massima di 245 CV (180 kW), sviluppa una coppia di 580 Nm e permette alla Q5 di accelerare da 0 a 100 km/h in
6,5 secondi.
Un altro propulsore di spicco è il 2.0 TFSI. Il motore a benzina presenta molte soluzioni innovative che riguardano il sistema di gestione delle valvole e della loro corsa, l’innovativo sistema di gestione termica, il turbocompressore, l’integrazione del collettore di scarico nella testata e l’impianto Common Rail, con un’iniezione supplementare integrata nel condotto di aspirazione.
Il 2.0 TFSI eroga una potenza di 225 CV (165 kW), ma in abbinamento al tiptronic consuma in media solo 7,9 litri di carburante ogni 100 km. Il nuovo
3.0 TFSI è ancora più potente: il V6 sovralimentato con compressore ha una potenza di 272 CV (200 kW) e una coppia di 400 Nm; accelera da 0 a 100 km/h in 5,9 secondi.
Audi offre per ogni motore il sistema di trasmissione che più gli si addice. I quattro cilindri sono abbinati di norma a un cambio meccanico a sei marce. Il cambio sportivo S tronic a sette rapporti è abbinato di serie al 3.0 TDI e come optional al 2.0 TDI 177 CV (130 kW). Per il 2.0 TFSI è disponibile a richiesta il confortevole tiptronic a otto rapporti, che è invece di serie in abbinamento al
3.0 TFSI.
Per quanto riguarda le versioni a quattro cilindri, i cambi sono integrati nel sistema di gestione termica dei motori: il vantaggio è che la loro fase di riscaldamento dura molto meno. La trazione integrale permanente quattro con torque vectoring è sempre di serie; fa eccezione la motorizzazione 2.0 TDI 143 CV (105 kW), che è abbinata di serie alla trazione anteriore.
4
L’efficienza fa progressi: il servosterzo elettromeccanico
Un ulteriore esempio dei progressi dell’efficienza è il nuovo servosterzo elettromeccanico: quando la Q5 procede in rettilineo non consuma energia. Per quanto riguarda l’assetto sono stati calibrati in modo ancora più equilibrato le molle, gli ammortizzatori e le barre stabilizzatrici. Alla maggior parte delle motorizzazioni sono abbinati cerchi in alluminio da 18 pollici; a richiesta sono disponibili anche cerchi da 20 pollici e l’assetto sportivo S line.
Il controllo elettronico di stabilità (ESC) riconosce le condizioni del fondo stradale e adatta di conseguenza il proprio intervento; il sistema di assistenza in discesa è di serie.
Il sistema “Audi drive select” rende la Q5 ancora più versatile. Permette al guidatore di regolare la curva caratteristica dell’acceleratore, i punti di innesto del cambio automatico, il servosterzo e il climatizzatore automatico in quattro modalità diverse, tra cui anche la modalità efficiency. In abbinamento a un sistema di navigazione Audi è disponibile anche una modalità supplementare liberamente programmabile.
Il sistema “Audi drive select” può essere naturalmente integrato con elementi modulari d’alto livello disponibili a richiesta. Per esempio il sistema di regolazione della velocità via radar “adaptive cruise control”, l’autotelaio con sistema di regolazione degli ammortizzatori e lo sterzo dinamico, che modifica il rapporto di trasmissione in base alla velocità e migliora la stabilità nei settori limite in curva.
Poliedrici: i sistemi d’assistenza
Anche nell’ambito dei sistemi d’assistenza la Audi Q5 rielaborata definisce nuovi parametri di riferimento nella sua categoria. Il nuovo sistema d’informazione per il conducente con consiglio di pausa è di serie. Quando riconosce che il guidatore sta perdendo la concentrazione gli consiglia una pausa.
5
Tra i sistemi d’assistenza disponibili come optional il più innovativo è l“adaptive cruise control” perfezionato. Il sistema di regolazione della velocità via radar imposta la distanza della Q5 rispetto al veicolo antistante; sotto i 30 km/h di velocità effettua una frenata a fondo se riconosce il pericolo di tamponamento. L’“Audi active lane assist” aiuta il guidatore a rimanere in carreggiata correggendo leggermente la traiettoria, mentre l’“Audi side assist” monitora la zona retrostante per agevolare i cambi di corsia. Completano il quadro tre sistemi di parcheggio.
Nell’ambito dell’infotainment Audi offre un’ampia gamma di componenti che culminano nel sistema di navigazione MMI plus. La grande centrale multimediale presenta molti dettagli perfezionati, tra cui i comandi vocali, e trova un’integrazione ideale nel telefono veicolare Audi Bluetooth. L’hotspot WLAN integrato consente ai passeggeri di navigare in Internet e consultare la posta elettronica dai propri dispositivi portatili.
Il telefono veicolare Bluetooth online permette al guidatore di accedere ai servizi Audi connect. Tra questi la ricerca di punti di interesse mediante comando vocale o la navigazione con Google Earth e la visualizzazione Street View. I servizi Audi online di informazione sul traffico visualizzano sulla cartina di navigazione i dati aggiornati relativi alle condizioni di viabilità dell’itinerario scelto. L’applicazione per smartphone “Audi Music stream” permette di ricevere molte emittenti radiofoniche in Internet e di memorizzare le preferite sul cellulare. Il programma scelto risuona dagli altoparlanti del sistema audio, che lo ricevono via WLAN.
Ambiente accogliente: l’abitacolo
Le finiture della Audi Q5 sono di massimo livello, gli interni ulteriormente raffinati. Molti comandi sono impreziositi da sottili modanature cromate, le mascherine sulla consolle centrale sono nere lucide. Lo sterzo è stato ridisegnato in tutte le sue versioni. I tasti del sistema di navigazione MMI plus sono diventati quattro; alla manopola di regolazione del volume è stata aggiunta una funzione Skip. Altre modifiche riguardano i comandi del riscaldamento dei sedili, del sistema “Audi drive select” e del volante multifunzione.
6
Nella nuova Audi Q5 sono disponibili tre nuovi colori degli interni, ciascuno abbinato a tre qualità di pelle e tessuti; per quanto riguarda gli inserti sono disponibili tre varianti in legno e una variante in alluminio. Nel pacchetto sportivo S line gli interni sono neri e resi ancora più esclusivi da sedili sportivi e raffinate applicazioni. Ulteriori proposte affascinanti sono comprese nei programmi Audi Exclusive e Audi Exclusive line.
La Audi Q5 è molto poliedrica e di conseguenza si rivela ideale sia nella quotidianità, sia per il tempo libero. Con il passo lungo di 2,81 metri offre molto spazio a tutti e cinque gli occupanti. Gli schienali dei sedili posteriori sono regolabili in inclinazione; ribaltandoli il volume del bagagliaio aumenta da 540 a 1.560 litri. A richiesta sono disponibili un sistema di guide, una vaschetta portaoggetti, una stuoia reversibile, il portellone ad azionamento elettrico, il sedile del passeggero anteriore con schienale ribaltabile e il divano posteriore regolabile in lunghezza con dispositivo di carico passante. Il massimo carico rimorchiabile è di 2,4 tonnellate – anche questo un valore eccellente.
Risalta nel panorama della gamma la Audi Q5 hybrid quattro, il primo SUV ibrido del segmento con batteria agli ioni di litio di serie. L’alimentazione è affidata a un 2.0 TFSI 211 CV (155 kW) e a un motore elettrico che eroga una potenza massima di 54 CV (40 kW); la potenza totale di sistema è di 245 CV (180 kW) e la coppia totale di sistema 480 Nm.
I due motori sono montati uno dietro l’altro e collegati tra loro da una frizione. La potenza viene trasmessa alla trazione integrale permanente quattro attraverso un tiptronic a otto rapporti modificato. La batteria agli ioni di litio, alloggiata nella parte posteriore, ha una potenza nominale di 1,3 kW•h e viene raffreddata in due modi differenti a seconda delle esigenze.
La Audi Q5 hybrid quattro accelera in 7,1 secondi fino a 100 km/h. Con alimentazione esclusivamente elettrica e alla velocità costante di 60 km/h può percorrere fino a tre chilometri e raggiungere la velocità massima di 100 km/h. I consumi medi sono di soli 6,9 litri ogni 100 km. Il SUV ibrido può essere alimentato esclusivamente con il motore TFSI o con motore elettrico oppure può viaggiare in modalità ibrida; può inoltre sfruttare la funzione di recupero dell’energia e la funzione boost.
7
Il guidatore può scegliere tra tre programmi: la modalità EV, che predilige l’alimentazione elettrica nel traffico urbano, il programma D, che gestisce entrambi i propulsori con l’obiettivo di ottimizzare i consumi, e il piano S che equivale alla modalità sportiva. Appositi indicatori forniscono informazioni sulle condizioni del sistema e sul potenziale d’efficienza.
Il nuovo modello top di gamma: la nuova Audi SQ5 TDI
Il nuovo modello al top della gamma Q5 è la SQ5 TDI, il primo modello Audi S con motore Diesel. Due turbocompressori in linea forniscono potenza supplementare al 3.0 TDI, che eroga 313 CV (230 kW) e sviluppa una coppia di 650 Nm. Un intensificatore sonoro nell’impianto di scarico conferisce al V6 Diesel sonorità decisamente sportive.
La Audi SQ5 TDI effettua lo sprint da 0 a 100 km/h in 5,1 secondi e raggiunge la velocità massima di 250 km/h pur consumando in media solo 7,2 litri di carburante ogni 100 km. L’assetto sportivo ribassa la carrozzeria di 30 millimetri; i cerchi sono da 20 pollici (optional da 21 pollici).
Equipaggiamenti
Molto ricca l’offerta degli equipaggiamenti di serie in cui figurano fendinebbia, pacchetto modanature cromate, sistema di trasporto sul tetto, climatizzatore automatico, radio Chorus con display da 6,5 pollici, sei airbag, sistema di poggiatesta integrali e freno di stazionamento elettromeccanico. La Q5 hybrid quattro è dotata anche del sistema di navigazione MMI plus, la SQ5 TDI di fari xeno plus e del sistema “Audi drive select”.
Gli equipaggiamenti a richiesta della Q5 provengono direttamente dalla classe superiore: tra gli altri luci “adaptive light”, chiave comfort, tetto panoramico in vetro, climatizzatore automatico a tre zone e sedili climatici comfort con funzione di ventilazione. Il pacchetto sportivo S line comprende assetto sportivo e colore esclusivo degli esterni grigio Daytona perla.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©