Cyber, scienza e gossip / Internet

Commenta Stampa

Sony si adatta alla censura di Pechino

La Cina mette il filtro anti-porno alla rete


La Cina  mette il filtro anti-porno alla rete
30/06/2009, 15:06

Il governo cinese da domani  ordinerà  di installare un nuovo filtro anti-porno su tutti i computer venduti nel Paese. I  venditori si sono attrezzati proponendo gli apparecchi elettronici cinesi o stranieri; ovviamente la proposta di software proveniente dal resto del mondo ha un costo più elevato… Quello straniero è clandestino e costa un po' di piu' - precisano - ma e' piu' veloce'. La ciber-protezione, chiamata 'Green Dam - Youth Escort', rallenta di molto l'accesso ad Internet. A partire da domani, primo luglio, tutti i pc venduti in Cina dovrebbero essere dotati di un software di filtraggio dei contenuti Internet sviluppato dal Governo cinese battezzato appunto Green Dam, "diga verde". Tale software servirà ufficialmente a bloccare i contenuti poco costruttivi, ma dato il poco amore di Pechino per la libera informazione via Internet, è opinione comune che si tratti anche di un mezzo per censurare i siti o comunque i contenuti di critica al Governo cinese.
Ufficialmente si sa poco di come i grandi produttori di computer abbiano deciso di comportarsi: il mercato cinese è troppo importante per opporsi alla decisione di Pechino, d'altro canto facilitare in qualche modo la censura non aiuta certo l'immagine. La prima testimonianza diretta di un pc con preinstallato Green Dam è questa foto pubblicata via Twitpic, che riporta il foglietto allegato a un pc Sony Vaio e relativo proprio a Green Dam.

Commenta Stampa
di Agostino Falco
Riproduzione riservata ©