Salute e benessere / Salute

Commenta Stampa

La dieta mediterranea mantiene più sano il cervello

I risultati di uno studio condotto da ricercatori spagnoli

La dieta mediterranea mantiene più sano il cervello
19/03/2012, 12:03

Uno studio spagnolo condotto su anziani ad alto rischio cardiovascolare, dimostra che la dieta mediterranea può migliorare le capacità cerebrali. Pane, olio, pasta, frutta, verdura: alimenti che aiutano la memoria. La ricerca pubblicata sul Journal of Alzheimer’s Desease, ha evidenziato che gli alimenti che fanno parte della cosiddetta dieta mediterranea, sono utili per combattere il rischio di deficit cognitivo e di demenza, poiché ricchi di antiossidanti. Secondo la Società Italiana di Gerontologia e Geriatria, i polifenoli contenuti nel vino, nell’olio, nelle noci, aiutano a mantenere il cervello più sano. “Anche grazie alle molte proprietà la dieta mediterranea è stata iscritta come patrimonio immateriale dell’umanità dell’Unesco”, dichiarano gli studiosi, “che ha sottolineato però che non è solo cibo ma un vero e proprio stile di vita. Una risorsa per l’Italia che è il primo produttore mondiale di pasta, mentre nell’olio e nel vino occupa la piazza d’onore, pur essendo il primo esportatore. Ma l’Italia è anche il primo produttore europeo di frutta e ortaggi, oltre che il primo a livello mondiale di kiwi, uva, carciofi, il secondo per pesche e nettarine, carrube, nocciole, il terzo con cavolfiori e broccoli, pere, il quarto su lattuga e cicoria, mandorle, ciliegie, castagne. Un bene da difendere per l’economia, l’ambiente e la salute con gli italiani anziani che grazie alla dieta mediterranea hanno una speranza di vita alla nascita tra le più alte al mondo con una media di 78,8 anni per gli uomini e 84,1 per le donne”.

Commenta Stampa
di Emmeggì
Riproduzione riservata ©