Cyber, scienza e gossip / Motori

Commenta Stampa

La Fiat 500L si aggiudica le cinque stelle Euro NCAP con un punteggio globale di 83/100


La Fiat 500L si aggiudica le cinque stelle Euro NCAP con un punteggio globale di 83/100
29/11/2012, 10:01

La Fiat 500L si aggiudica le prestigiose cinque stelle Euro NCAP con un punteggio globale di 83/100, ottenuto grazie al 94% per la protezione degli adulti, il 78% per quella dei bambini, il 65% per quella del pedone e 71% per i sistemi di sicurezza di assistenza alla guida.

Il giudizio è ancora più importante se si considera che dal 2012 Euro NCAP ha reso più severe le soglie di accesso alle 5 stelle nella protezione degli adulti, dei bambini e dei pedoni. Si tratta dunque di un riconoscimento importante che ancora una volta conferma la particolare attenzione di Fiat per gli aspetti legati alla protezione di tutti gli utenti della strada. 

A garanzia della protezione degli occupanti e degli altri utenti della strada, la nuova 500L nasce fin da subito per soddisfare tutti gli standard internazionali garantendo quindi il massimo livello di sicurezza ad oggi previsto. 

Migliaia di ore di simulazioni virtuali hanno permesso di sviluppare la nuova architettura “Small Wide” – che 500L per prima porta al debutto – e il veicolo senza ausilio di prototipi. Successivamente, la bontà della progettazione virtuale è stata verificata fisicamente sulle vetture prodotte nello stabilimento con 200 prove su componenti e sottosistemi, più di 100 simulazioni di impatto e oltre 100 crash test prendendo in esame tutti i tipi di possibili tipi di impatto: urti frontali, laterali, ribaltamento, tamponamento e urti pedone. Inoltre, si sono tenute in considerazione le diverse velocità alle quali possono avvenire gli urti, i differenti tipi di ostacolo e la tutela di occupanti con caratteristiche fisiche anche molto diverse.

Il risultato finale è una solida struttura della cellula di sicurezza provvista di montanti doppi anteriormente e progettata in linea anche con le normative vigenti negli USA per quanto attiene le prove di collisione e le specifiche dimensionali dei materiali impiegati. In dettaglio, la struttura frontale a tre linee di carico garantisce una zona anteriore omogenea che si deforma in modo uniforme qualunque sia l’ostacolo o il veicolo impattato. Ciò permette un breakthrough sia per la “partner protection” - in quanto la vettura è meno ‘aggressiva’ nel caso urtasse il frontale o la fiancata laterale di un altro veicolo - sia per la “self protection” poiché l’omogeneizzazione della modalità di deformazione rende più efficace la protezione del sistema di ritenuta indipendentemente dal tipo di urto. 

Per una protezione totale degli occupanti la nuova “City lounge” Fiat  offre di serie airbag anteriori e “a tendina” – a richiesta è disponibile il knee bag per il guidatorecinture a tre punti con doppi pretensionatori e limitatori di carico. Senza contare il contributo alla tutela degli occupanti e dei pedoni dato dalla carrozzeria, dal cofano, dalle porte e dalla traversa della plancia, oltre che ai sedili ed al piantone dello sterzo: in particolare, in caso d’urto, la colonna dello sterzo è stata progettata per collassare in modo da proteggere l’occupante dall’impatto ed evitare che elementi della meccanica spingano verso l’alto il volante, soprattutto in casi di urti frontali molto più severi di quello previsto da EuroNCAP. Inoltre, nel campo della sicurezza preventiva, Fiat 500L offre i proiettori anteriori con funzione 'luce diurna' (Daytime Running Lights) e fendinebbia con funzione 'self-adaptive cornering'.

Completano l’equipaggiamento di serie del nuovo modello i sistemi inerenti la sicurezza attiva come l’ABS con B.A.S. (Brake Assist System) e il sofisticato ESC (Electronic Stability Control) che interviene nelle condizioni prossime al limite, quando è a rischio la stabilità della vettura, e aiuta il conducente a controllarla.

L'ESC di Fiat 500L è dotato di alcune utilissime funzioni:

  • ASR (Anti Slip Regulation) sistema antislittamento che provvede a qualsiasi velocità, con l'ausilio di freni e del controllo motore, ad ottimizzare la trazione consentendo a Fiat 500L di disimpegnarsi agevolmente su fondi stradali a bassa aderenza. 
  • Hill-Holder: è il sistema che assiste il guidatore nelle partenze in salita mantenendo bloccato il freno per circa 2 secondi agevolando così la ripartenza senza richiedere al guidatore l'intervento sul freno a pedale o sul freno a mano. 
  • MSR (Motor Schleppmoment Regelung): quando in condizioni di bassa aderenza si scala bruscamente marcia, interviene l'MSR che ridà coppia al motore evitando il pattinamento derivante dal blocco delle ruote. 
  • DST (Driving Steering Torque): il sistema migliora sia la sicurezza di marcia sia le prestazioni di handling. Infatti, in ogni condizione di guida, lo "sterzo elettronico attivo" effettua già automaticamente le correzioni e controlla anche il sovrasterzo su fondi a bassa aderenza.
  • Controllo elettronico anti-ribaltamento (ERM): è la funzione che interviene quando una ruota si solleva dalla strada: infatti, qualora si verifichi una manovra dinamica estrema, l'ERM aiuta a ristabilire la stabilità del veicolo e restituire il controllo della vettura al conducente.

Infine, un discorso approfondito merita il nuovissimo sistema "City Brake Control" che è in grado di riconoscere ostacoli posti di fronte alla vettura e di frenare automaticamente quando il guidatore non interviene per evitare la collisione. A seconda di alcuni parametri (condizioni del fondo stradale, dinamica e traiettoria del veicolo, scenario degli ostacoli, stato degli pneumatici, etc.), l'intervento del sistema può evitare completamente l'urto ("Collision Avoidance" ) o ridurne le conseguenze ("Collision Mitigation").

Il sofisticato dispositivo della nuova 500L integra tre funzioni aggiuntive: l'Automatic Emergency Braking (AEB), il Prefill ed il Brake Assist.  Il primo, pur rispettando la volontà del guidatore e lasciandogli il pieno controllo della vettura, entra in azione con una frenata d'emergenza dopo aver valutato attentamente la posizione e la velocità degli ostacoli, la velocità del veicolo (inferiore a 30 Km/h), l'accelerazione laterale, l'angolo di sterzo e la pressione sul pedale acceleratore e la sua variazione. Invece, la funzionalità "Prefill" precarica il sistema frenante al fine di consentire una risposta più pronta sia quando interviene l'Automatic Emergency Braking sia in caso di frenata da parte del guidatore.  Il Brake Assist riconosce invece le situazioni di emergenza e modifica la risposta al pedale freno per una  frenata ancora più pronta in situazioni di emergenza.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©