Cyber, scienza e gossip / Motori

Commenta Stampa

LA GRANDE PUNTO RIDUCE IL MOTORE E CONSERVA I CAVALLI


LA GRANDE PUNTO RIDUCE IL MOTORE E CONSERVA I CAVALLI
19/11/2008, 15:11

Da sempre grande protagonista in tutti i mercati internazionali, oggi la Grande Punto continua a ribadire la propria incontrastata supremazia tecnologica con il lancio del nuovo motore 1.6 Multijet da 120 CV dotato di DPF (filtro anti particolato).

Disponibile ad un prezzo (chiavi in mano) di 19.400 euro per la versione a 3 porte dell’allestimento Sport e di 20.100 euro per le versioni 5 porte degli allestimenti Emotion e Sport, l’innovativa motorizzazione conferma l’impegno del marchio Fiat nel campo del rispetto ambientale sia in termini di contenimento delle emissioni sia nella riduzione dei consumi. Il tutto esaltando ancora di più la brillantezza, l’elasticità e il piacere di guida che da sempre contraddistinguono il modello.

Prodotto da FPT – Fiat Powertrain Technologies, il motore combina perfettamente le doti vincenti dei turbodiesel Multijet con i vantaggi, anche fiscali, della filosofia progettuale “downsizing”. Dunque, è la soluzione ideale per chi ricerca il giusto compromesso tra rispetto ambientale e bassi costi di gestione, senza rinunciare a potenza ed elasticità per un autentico piacere di guida.

Appartenente alla seconda generazione dei turbodiesel, appunto Multijet plurivalvole, il nuovo 1.6 Multijet è un “4 cilindri in linea”, 16 valvole, cilindrata di 1.598 cm3 con alesaggio di 79,5 mm e corsa di 80,5 mm. Il propulsore eroga una potenza di 120 CV a 3.750 giri/min e una coppia di 320 Nm a 1750 giri/min. Inoltre, la sovralimentazione del propulsore è realizzata con un turbocompressore a geometria variabile controllata elettronicamente che contribuisce a migliorare l’erogazione di potenza, conferendo allo stesso tempo caratteristiche di coppia molto elevata anche ai bassi regimi di rotazione.

Il propulsore 1.6 Multijet da 120 CV sostituisce le motorizzazioni 1.9 Multijet da 120 CV e da 130 CV finora disponibili sul modello Grande Punto. Ed è proprio rispetto al noto e apprezzato 1.9 Multijet 120 CV, la famiglia 1.6 Multijet rappresenta un'evoluzione importante che migliora prestazioni, comfort, emissioni e costi di gestione, oltre a presentare notevoli vantaggi. Per esempio, a parità di potenza massima erogata a 3.750 giri/min anziché 4.000, la cilindrata inferiore si contraddistingue per i 17 cavalli fiscali (anziché 19) con conseguenti vantaggi in termini di costi assicurativi.

Per quanto concerne l’elasticità va sottolineato che la coppia del 1.6 Multijet aumenta del 15% rispetto al 1.9 Multijet (320 Nm contro 280Nm) ed è resa disponibile a un regime di giri inferiore (1.750 contro 2.000). Inoltre, come sul 1.9 Multijet, anche sul nuovo 1.6 Multijet tutta la coppia viene gestita al meglio dal cambio a 6 marce che garantisce, da una parte, una marcia fluida ai regimi autostradali con consumi, emissioni e vibrazioni ridotti al minimo; dall’altra parte, assicura una guida brillante quando si cercano divertimento e prestazioni con un uso più sportivo delle marce. Come dimostra l’accelerazione che passa dai 10 secondi del 1.9 Multijet ai 9,6 secondi del 1.6 Multijet da 120 CV mentre la velocità massima resta invariata a 190 km/h. Le performance sono anche migliorate grazie al sistema multi-iniezione a 1.600 bar del 1.6 Multijet che consente di adottare differenti strategie di iniezione in base alle condizioni di funzionamento del motore e permette quindi di ottimizzare le prestazioni in termini di potenza percepita e guidabilità, oltre ad una completa ottimizzazione della combustione che sfrutta al massimo le potenzialità dei nuovi iniettori.

Nell’ambito dei consumi la differenza tra i due propulsori è ancora più rilevante: infatti, a fronte di un miglioramento delle prestazioni, i consumi si riducono da un minimo del 9% in autostrada a un massimo del 19% in città. Migliorano anche le economie d’esercizio: infatti, l’intervallo di manutenzione è stato fissato a 35.000 km, un record nella categoria che testimonia l’affidabilità raggiunta dai motori Multijet del Gruppo Fiat.

Infine, il nuovo motore 1.6 Multijet da 120 CV è pronto per rispettare i limiti imposti dalla normativa Euro 5. Dunque, l’acquisto della Grande Punto 1.6 Multijet rappresenta per i clienti un investimento per il futuro in quanto potranno contare su una vettura che non si deprezzerà nel tempo, oltre ad essere agevolata in molte città dove sono previsti provvedimenti di restrizione al traffico grazie al DPF. Anche con questa motorizzazione Grande Punto gode degli incentivi statali alla rottamazione.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©